7 febbraio 2020
ore 17:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 58 secondi
 Per tutti

Il nuovo vortice atlantico, partorito da un inasprimento del vortice polare si chiama Ciara. E' un vero e proprio super ciclone che si approfondirà fino a valori di pressione incredibilmente bassi. La ciclogenesi sarà esplosiva i valori di pressione barometrica passeranno dagli attuali 970hPa a valori fino a 930-940hPa in meno di 12 ore, entro la fine della giornata di venerdì Ciara avrà raggiunto la sua massima potenza e sarà pronta per muoversi verso l'Europa. Il primo fronte perturbato associato al minimo raggiungerà il Regno Unito entro venerdì sera-notte e lambirà anche Francia e Spagna settentrionale. Nell'arco della notte tra venerdì e sabato venti di tempesta  si abbatteranno sulle coste anglosassoni, soprattutto Irlanda, Galles, Scozia dove si potrebbero raggiungere e superare 150-160km/h, saranno venti distruttivi in grado di fare molti danni e per i quali è stata già diramata l'allerta meteo. Assieme ai venti arriveranno anche le piogge e le nevicate, che cadranno a carattere di bufera sulle zone collinari ma localmente fino a bassa quota su Scozia e Irlanda del Nord.

Nella giornata di sabato Ciara transiterà anche sulla Francia settentrionale sopratutto Bretagna e Normandia dove sono attese le condizioni peggiori tra la pioggia e i venti tempestosi che potranno soffiare sulla Manica fino a 120km/h mentre sul Regno Unito arriverà un'altra perturbazione che porterà bufere di neve su Irlanda settentrionale e Scozia. Tra sabato e domenica il fronte più orientale associato al ciclone raggiungerà anche Benelux, Germania settentrionale e Scandinavia meridionale. Anche qui i venti saranno violenti con raffiche superiori ai 120km/h, complicati sulla Scandinavia dalla conformazione dei fiordi che potrebbero favorire una ulteriore intensificazione del vento con punte anche superiori ai 160km/h. Nel corso della giornata di domenica una tempesta di pioggia e vento si abbatterà praticamente su tutto il nord Europa e parte del settore centrale, segnatamente al nord della Francia e della Germania. Nella serata di domenica toccherà a Polonia e Baltico. Ma in questo contesto le temperature tenderanno ad aumentare temporaneamente, nuove nevicate arriveranno solo alla fine di domenica su Regno Unito e Scandinavia.

Le giornate più diffusamente invernali dovrebbero risultare quelle di lunedì e martedì quando la formazione di un secondo vortice sul Mar di Norvegia piloterà su tutti questi paesi correnti fredde e impetuose con direttrice O/NO - E/SE. Sarà quelli il momento delle nevicate diffuse e anche abbondanti fino a quote molto basse accompagnate da venti ancora molto forti. Vere e proprie bufere di neve e blizzard colpiranno dal Regno Unito al Baltico, ma farà freddo anche su Francia settentrionale, Germania e Polonia soprattutto martedì con neve fino a bassa quota. La situazione sarà molto diversa alle latitudini mediterranee dove l'alta pressione dominerà quasi incontrata, tuttavia il transito di questi fronti avrà delle conseguenze non trascurabili, soprattutto per quanto riguarda i venti, anche su alcune zone dell'Italia.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Sei curioso di conoscere il tempo che sta facendo in altre parti del mondo? Clicca qui


Consulta il tempo che sta facendo su una località di tuo interesse. Clicca qui


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati