29 giugno 2020
ore 10:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 28 secondi
 Per tutti
Meteo fine giugno inizio luglio molto caldi ma non senza locali forti temporali
Meteo fine giugno inizio luglio molto caldi ma non senza locali forti temporali

Situazione: il consolidamento sul Mediterraneo centrale e sull'Italia di un promontorio di alta pressione di matrice africana garantirà stabilità prevalente per i giorni a venire, quanto meno fino a metà della nuova settimana e temperature molto elevate superiori alle medie fino a 6-8°C in più. L'egemonia dell'anticiclone non sarà però completa sulla nostra penisola, sul suo bordo settentrionale che si troverà in corrispondenza delle regioni alpine, alcune perturbazioni atlantiche associate ad una profonda circolazione di bassa pressione sul Regno Unito, riusciranno a stimolare la formazione di qualche temporale.

Saranno temporali di tipo frontale-convettivo che sono i più pericolosi e imprevedibili nel periodo estivo e colpiranno soprattutto i settori alpini e prealpini ma localmente potranno scivolare anche sui settori di pianura. Un primo passaggio lo avremo nella giornata di lunedì e i settori più coinvolti dovrebbero essere alta Lombardia, Trentino, Dolomiti e Friuli. Un secondo passaggio è previsto tra mercoledì e giovedì con fenomeni che questa volta potrebbero risultare più diffusi e interessare anche parte delle pianure soprattutto centro occidentali. Poiché saranno fenomeni che si svilupperanno nella zona di confluenza tra le correnti più fresche atlantiche e il fronte sub tropicale africano, ci aspettiamo che possano essere anche violenti con possibili grandinate.  

Sul resto della Penisola dominerà incontrastato l'anticiclone con sole spaccato e temperature roventi, non sono previsti fenomeni diurni nemmeno in Appennino.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati