8 dicembre 2018
ore 6:10
di Fabio Da Lio
tempo di lettura
1 minuto, 14 secondi
 Per tutti

Nel corso della prossima settimana il nostro Paese rimarrà ai margini tra un campo anticiclonico attivo sull'Europa più occidentale e un'irruzione d'aria artica continentale che investirà i Balcani e buona parte del comparto centro-settentrionale europeo. Le correnti dilagheranno dalla Scandinavia verso gli Stati centro-orientali grazie a una pulsazione dell'anticiclone delle Azzorre tra Francia e Isole britanniche. Tracollo termico atteso su Germania, Danimarca, Russia, Polonia, area baltica, Ucraina e gran parte dei Balcani con gelate diffuse e nevicate fin verso quote pianeggianti. 

CONSEGUENZE PER L'ITALIA. Il nostro Paese verrà lambito nel corso di lunedì da un passaggio piovoso che investirà soltanto i settori adriatici meridionali e parte del Sud, con rovesci nevosi in Appennino fin verso i 1000m entro fine giornata. Altrove sarà il sole a dominare, con clima che tenderà a farsi più rigido al mattino; occasione per nevicate sui crinali alpini al confine con l'Austria e la Svizzera. Soffieranno tese correnti da Nord-Nordovest. Situazione invariata a seguire, anche seda metà settimana (12-13 dicembre) il promontorio anticiclonico sulla Francia potrebbe cedere lasciando scorrere una perturbazione sul nostro Paese, la cui evoluzione resta ancora da definire: secondo gli ultimi aggiornamenti potrebbe essere maggiormente coinvolto il Centrosud Italia con piogge diffuse e nevicate in Appennino anche sotto i 1000m, fin verso quote collinari tra basso Piemonte ed Emilia. Ulteriori aggiornamenti nei prossimi giorni.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati