16 ottobre 2020
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 37 secondi
 Per tutti
Meteo tendenza seconda parte della prossima settimana
Meteo tendenza seconda parte della prossima settimana

ANTICICLONE IN RIMONTA DAL WEEKEND. Già nel corso dell'imminente weekend si assisterà ad una graduale rimonta di un campo anticiclonico dall'Europa sudoccidentale che favorirà condizioni di tempo via via più stabile, anche se non del tutto soleggiato. Il suo insediamento si consoliderà però dall'inizio della nuova settimana e la giornata di lunedì risulterà stabile sull'Italia e prevalentemente soleggiata, salvo una residua variabilità che si attarderà sul basso versante ionico, anche questa destinata ad esaurirsi. Grazie al maggior soleggiamento le temperature avranno modo di salire di alcuni gradi, specie nei massimi. Attenzione però al Nordovest, dove si potrebbe andare incontro ad una nuova intensificazione della nuvolosità per la disposizione delle correnti dai quadranti meridionali.

TENDENZA PRIMA PARTE DELLA SETTIMANA. Condizioni stabili e anticicloniche sembrerebbero protrarsi sulle regioni centro-meridionali almeno fin verso mercoledì, con prevalenza di tempo soleggiato e temperature in aumento, tanto che sono attese anche gradevoli ottobrate. Al Nord invece qualcosa sembra iniziare a cambiare, con le prime avvisaglie avvertibili sin da lunedì e caratterizzate dall'aumento della nuvolosità al Nordovest sopra descritto. La causa consisterebbe nell'approfondimento di una vasta depressione atlantica sulle zone nordoccidentali del Continente, con il flusso perturbato che tenterebbe di inviare la parte più avanzata dei fronti tra martedì e mercoledì sulle regioni di Nordovest, anche con qualche pioggia in arrivo.

Meteo tendenza prossima settimana
Meteo tendenza prossima settimana

TENDENZA SEONDA PARTE DELLA SETTIMANA. Non è escluso che dalla seconda parte della settimana il flusso atlantico possa fare un ingresso più deciso sul Mediterraneo centrale, determinando un progressivo peggioramento su parte delle nostre regioni centro-settentrionali, meno coinvolte dovrebbero essere invece quelle meridionali, soggette ad un ulteriore aumento delle temperature per l'insorgenza di miti correnti da sud che accompagnano l'ingresso del flusso atlantico. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche e vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati