1 giugno 2019
ore 12:55
di Davide Sironi
tempo di lettura
2 minuti, 13 secondi
 Per tutti

ANALISI - La tendenza meteo della prossima settimana vedrà una progressiva espansione dell'anticiclone anche sulle regioni meridionali in concomitanza con l'allontanamento dell'area di bassa pressione (responsabile di diffusa instabilità durante il weekend) verso i Balcani. Nel frattempo l'approfondimento di una saccatura atlantica sull'Ovest del Continente sospingerà masse d'aria molto calde dal Nord-Africa che affluiranno in particolare sulle Isole Maggiori mentre le regioni di Nord-Ovest sarebbero progressivamente interessare da correnti caldo-umide ma più instabili, responsabili di un aumento del rischio di temporali localmente anche intensi. 

METEO LUNEDÌ - Si proseguirà sulla falsa riga dell'imminente weekend a causa dello stazionamento di una saccatura tra il basso Adriatico e la Penisola Balcanica e la permanenza dell'alta pressione espansa dall'Atlantico verso il Centro-Nord Italia. Bel tempo prevalente sulle regioni del Nord salvo una lieve variabilità diurna a ridosso delle zone alpine e su quelle appenniniche più settentrionali, con clima praticamente estivo e punte di 30/31° sulle pianure occidentali sgombre da nuvolosità. Una maggiore instabilità rimarrebbe invece in agguato al Centro-Sud, per la formazione di temporali soprattutto pomeridiani lungo l'Appennino con locali sconfinamenti alle coste del Meridione. Qui le temperature rimarranno inferiori rispetto al Nord, per il continuo afflusso di deboli correnti settentrionali più fresche ed instabili

METEO FINO A GIOVEDI' - L'allontanamento dell'area di bassa pressione verso i Balcani favorirà una graduale attenuazione dell'instabilità diurna sulle regioni meridionali, che diverrà più isolata e confinata ai rilievi, interessando solo marginalmente le zone costiere; giovedì temperature in netto aumento e tempo più stabile grazie all'espansione perentoria dell'anticiclone. Sul resto del Paese condizioni tipicamente estive con tempo in gran parte soleggiato, tenderà tuttavia ad accentuarsi l'instabilità diurna sull'Appennino settentrionale e l'arco alpino centro-occidentale con il rischio di locali e improvvisi temporali che comunque, generalmente, non interesseranno le zone di pianura. Qualche temporale potrebbe raggiungere le pianure del Nord-Ovest a partire da giovedì. Da segnalare degli annuvolamenti sulle zone costiere, specie del comparto tirrenico e ligure. Temperature estive in Val Padana e sulle zone interne, qualche grado in meno sulle zone costiere mitigate dalle brezze marittime (temperature del mare inferiori alla norma per il periodo) ed i versanti ionici della Penisola.
E per i giorni successivi? In questo articolo approfondiamo la tendenza per l'8-10 giugno. 

Per le temperature attese nella prossima settimana consulta le mappe termiche

Per le precipitazioni attese nella prossima settimana consulta le mappe di pioggia.

Per i venti attesi nella prossima settimana consulta le mappe dei venti

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati