21 luglio 2021
ore 8:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 37 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. L'area di alta pressione che nei prossimi giorni diverrà sempre più robusta ed estesa sul Mediterraneo centrale e l'Italia, favorirà condizioni di prevalente stabilità atmosferica e riceverà nella parte conclusiva della settimana un contributo caldo nord africano. Ce ne accorgeremo già a ridosso del prossimo weekend, quando l'afflusso caldo africano comincerà a prendere piede facendo aumentare vistosamente le temperature sulle isole maggiori, soprattutto in Sardegna. Ma ancor di più nel corso del fine settimana, quando l'aria calda si estenderà a gran parte della Penisola facendo impennare la colonnina di mercurio.

WEEKEND. Il fine settimana sarà caratterizzato probabilmente dalla presenza dell'anticiclone africano che manterrà tempo stabile su gran parte d'Italia e temperature elevate, con massime anche intorno ai 36/38°C su alcune aree della bassa Val Padana, in Puglia, Calabria ed isole maggiori. Il culmine del caldo potrebbe interessare le zone interne pianeggianti della Sardegna, dove si raggiungerebbero e localmente supererebbero i 40°C. Tuttavia appare sempre più probabile un certo indebolimento della struttura anticiclonica in corrispondenza del Nord Italia ed in particolare dell'arco alpino, a causa dell'abbassamento di latitudine del flusso perturbato atlantico. La tendenza per il prossimo fine settimana sulle Alpi non è infatti rosea e, a differenza del resto d'Italia, il tempo potrebbe peggiorare con il ritorno di piogge e temporali a tratti forti in locale sconfinamento all'alta Val Padana e a buona parte del PiemonteVista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Hai una webcam da segnalarci? In questa apposita sezione puoi aggiungerla al nostro network >> Webcam

Anche l'Italia è un paese interessato da tornado della stessa violenza dei 'cugini' americani. Non mancano anche i casi di EF5. Ecco quali sono le regioni più a rischio e quale il periodo di maggiore attività >> Qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati