16 ottobre 2020
ore 16:36
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 4 secondi
 Per tutti
Freddo e neve negli USA in un'immagine di archivio
Freddo e neve negli USA in un'immagine di archivio

Dalle ormai gelide terre canadesi si prepara un'offensiva invernale che punterà già a partire da questo fine settimana parte degli USA, quantomeno gli stati settentrionali. I primi sbuffi di aria fredda raggiungono già il deserto del Dakota, la zona dei Grandi Laghi e in misura minore anche parte del Midwest. Nella notte tra giovedì e venerdì si sono raggiunte temperature minime fino a -7/-8°C su Minnesota e North Dakota, con alcune nevicate sulle zone di confine tra USA e Canada.

Questa prima offensiva invernale si esaurirà già nel weekend, quando l'aria fredda canadese sarà transitata anche sugli stati nordorientali degli USA, con effetti però più attenuati. Ma una seconda irruzione fredda canadese sarà alle porte e già nel corso di domenica agguanterà gli stati americani settentrionali espandendosi lunedì verso est. Le temperature subiranno un ulteriore abbassamento su Dakota, Minnesota, Wisconsin, Nebraska e Iowa.

In occasione della nuova irruzione canadese sono attese anche nevicate fino a quote di pianura su Montana, North Dakota e Michigan, mentre ad inizio settimana le temperature minime potranno scendere anche fino a -12/-13°C sulle pianure statunitensi più settentrionali, verso il confine con il Canada.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati