11 marzo 2021
ore 23:45
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 26 secondi
 Per tutti

E' un marzo di alti e bassi per via di repentini cambi di scenari che porteranno un andamento termico altalenante con ondate di maltempo e col possibile ritorno di ondate di freddo tipicamente invernali.

8-14 marzo: Il vortice polare in rinforzo determina una fase mite per via di correnti atlantiche che accompagneranno un promontorio anticiclonico verso l'Europa meridionale. Code di perturbazioni in transito sul centro nord Europa, secondo uno schema zonale, attraverseranno la Penisola ma con scarsi effetti. Il tutto accompagnato da un aumento delle temperature.


15-21 marzo: Si placa la corsa del vortice polare. La tendenza è vedere pressioni più alte in Atlantico mentre nel contempo masse d'aria fredda di origine artica invadono le Nazioni del centro nord Europa e quelle orientali. I fronti freddi diretti verso i Balcani e la Grecia attraverseranno la nostra Penisola da nord a sud e saranno di conseguenza più incisivi sui versanti orientali e sulle regioni centro meridionali. Le temperature subiranno una netta diminuzione.


22-28 marzo: Scenario decisamente piu perturbato quello intravisto da Ecmwf in questo periodo. I massimi anticiclonici sono posizionati in Atlantico mentre un minimo di geopotenziale è presente sul Mediterraneo. Questo scenario è compatibile con una circolazione depressionaria sui nostri mari, alimentata da aria calda dal nord Africa e da quella fredda dal Nord Europa secondo una situazione di maltempo.

29-4 Aprile: In questo arco temporale, seppur con bassa confidenza, l'alta pressione potrebbe nuovamente allungarsi verso l'Europa centrale isolando sui mari meridionali la circolazione di bassa pressione. A seguire nuovo cambio di scenario con massimi anticiclonici in spostamento verso l'Europa settentrionale


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati