9 agosto 2020
ore 23:32
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 25 secondi
 Per tutti
Nuova settimana: sole e caldo ma anche locali temporali
Nuova settimana: sole e caldo ma anche locali temporali

SITUAZIONE. L'alta pressione in espansione dall'Europa sudoccidentale verso il centro del Continente garantirà un avvio di settimana all'insegna della prevalente stabilità atmosferica sull'Italia, anche con temperature piuttosto elevate su alcune regioni per la risalita di correnti calde dal Nord Africa dirette principalmente verso il Mediterraneo centro-occidentale. Una simile situazione si conserverà anche nei giorni successivi, salvo che per parte delle regioni settentrionali. L'approfondimento di una saccatura atlantica verso la Penisola Iberica provocherà infatti infiltrazioni umide di origine atlantica all'interno del campo anticiclonico che causeranno una certa variabilità ad iniziare dai rilievi alpini. Ne conseguirà qualche temporale che con il passare dei giorni potrà sconfinare anche a parte della Val Padana, entro la metà della settimana. Vediamo nel dettaglio.

METEO ITALIA LUNEDÌ. Sarà una giornata stabile e in prevalenza soleggiata, pur con alcune eccezioni. Queste saranno rappresentate dalla formazione delle consuete nubi cumuliformi nelle ore pomeridiane lungo le zone di montagna, associate a locali rovesci o temporali diurni sull'Appennino Meridionale. Ma sarà in prossimità delle Alpi che si avranno i maggiori fenomeni di instabilità. Qui potranno innescarsi anche alcuni rovesci o focolai temporaleschi già dal pomeriggio e fino alle prime ore serali, specie sul settore centro-occidentale ed in particolare su quello piemontese. Le temperature non subiranno variazioni di rilievo e si manterranno abbastanza elevate, con picchi di 35/36°C sulle aree interne della Toscana, del Lazio della Sardegna e sulle pianure tra Piemonte orientale e Lombardia occidentale.

METEO FINO A META' SETTIMANA. Giorno dopo giorno l'anticiclone continuerà ad invecchiare, sempre più disturbato dalla saccatura atlantica che si posizionerà tra Penisola Iberica e Golfo di Biscaglia. Ne conseguiranno infiltrazioni di aria umida e più instabile dall'Atlantico, responsabili di temporali più frequenti sulle Alpi e sull'Appennino centro-settentrionale, con i primi sconfinamenti alla Val Padana occidentale. Qualche nube in più è attesa martedì fin sulle regioni del medio-alto Tirreno, anche se i pochi ed eventuali fenomeni rimarranno relegati ai settori appenninici. Già a partire tra mercoledì e giovedì questi tenteranno di coinvolgere ancora più direttamente la Pianura Padana, più facilmente sui settori a nord del Po, con temporali più frequenti sulle aree occidentali. Continuerà a prevalere il bel tempo invece sulle restanti regioni, specie su quelle del Sud. Le temperature subiranno una certa flessione nei massimi al Nord e su parte del Centro, proprio per la maggior presenza di nuvolosità e per gli eventuali fenomeni associati, poche variazioni invece sul resto d'Italia.

TENDENZA WEEKEND DI FERRAGOSTO. Possibile ulteriore erosione dell'alta pressione lungo il suo perimetro settentrionale, per l'avanzata della saccatura atlantica dal Golfo di Biscaglia verso il Centro Europa e maggior incidenza del passaggio di impulsi umidi ed instabili su parte d'Italia.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati