21 giugno 2020
ore 23:50
di Andrea Vuolo
tempo di lettura
2 minuti, 28 secondi
 Per tutti
La tendenza meteo sull'Europa per il periodo 25-27 giugno
La tendenza meteo sull'Europa per il periodo 25-27 giugno

SITUAZIONE E TENDENZA PROSSIMI GIORNI - La circolazione depressionaria che ha interessato l'Europa occidentale nelle ultime settimane, e che ha determinato un periodo spiccatamente instabile sui Paesi centro-meridionali del Continente, tenderà a traslare ulteriormente verso Ovest approfondendosi in aperto Atlantico, dove potrà raggiungere valori di pressione atmosferica insolitamente bassi per il periodo, fin verso i 975 hPa. Questo contribuirà ad un netto rinforzo di un campo anticiclonico di estrazione tropicale-marittima che dal weekend e soprattutto per l'inizio della prossima settimana, coinvolgerà la Penisola iberica, il Mediterraneo centro-occidentale, l'Italia, la Francia e buona parte dell'Europa centrale, con la prima vera ondata di caldo della stagione estiva anche sui Paesi alpini. Potrebbe invece persistere una modesta circolazione di bassa pressione in quota - ricolma di aria più fresca - sulla Penisola balcanica, la quale andrà ancora a determinare condizioni instabili sull'Europa orientale e sud-orientale fin verso l'Egeo, con possibile locale coinvolgimento anche di parte del basso versante adriatico e ionico sul nostro Paese.

Media di ensemble del modello inglese ECMWF relativa all'anomalia di Altezza di Geopotenziale a 500 hPa (circa 5.500 metri) per il periodo 22-28 giugno 2020
Media di ensemble del modello inglese ECMWF relativa all'anomalia di Altezza di Geopotenziale a 500 hPa (circa 5.500 metri) per il periodo 22-28 giugno 2020

TENDENZA 22-28 GIUGNO 2020 - L'isolamento di un vortice depressionario in aperto Atlantico, favorirà un'importante avvezione di una massa d'aria di estrazione tropicale-marittima in direzione dell'Europa centrale, la quale coinvolgerà anche il Mediterraneo e l'Italia, dove si registrerà - con buona probabilità - la prima ondata di caldo della stagione estiva. Saranno soprattutto Sardegna, regioni centrali tirreniche e la Val Padana a fare i conti con questa fase anticiclonica, con le temperature che raggiungeranno picchi di 32-35°C sulle pianure interne dell'Isola e del Centro-Nord; meno coinvolte dalla rimonta anticiclonica saranno le regioni del basso versante adriatico, del versante ionico e dell'estremo Sud, a tratti ancora influenzate da un nucleo di aria più fresca in quota sull'Egeo che determinerà un flusso di correnti settentrionali in quota, con possibili fenomeni temporaleschi nelle ore pomeridiane soprattutto su aree appenniniche e collinari. Non è comunque da escludere la classica attività termo-convettiva anche sulle Alpi, specie centro-orientali.

Media di ensemble del modello inglese ECMWF relativa all'anomalia di Altezza di Geopotenziale a 500 hPa (circa 5.500 metri) per il periodo 29 giugno - 5 luglio 2020
Media di ensemble del modello inglese ECMWF relativa all'anomalia di Altezza di Geopotenziale a 500 hPa (circa 5.500 metri) per il periodo 29 giugno - 5 luglio 2020

TENDENZA 29 GIUGNO - 5 LUGLIO 2020 - Tra la fine di giugno e l'inizio di luglio, il campo anticiclonico potrebbe gradualmente traslare verso Ovest-Sudovest, con i suoi massimi che andrebbero così a posizionarsi sulla Penisola iberica. Ne conseguirebbe in tal modo un'ondulazione del flusso dei venti in quota sui Paesi alpini e sull'Italia centro-settentrionale, corrispondentemente ad una possibile persistenza di un nucleo di aria più fresca in quota sui Balcani. C'è quindi da attendersi, per l'Italia, un graduale incremento dell'instabilità atmosferica - a prevalente carattere termo-convettivo - sulle regioni del Nord (in particolare sulle aree alpine e prealpine) e su quelle appenniniche centrali, segnatamente lungo il versante adriatico.

Seguiranno importanti aggiornamenti.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da3BMeteo.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati