28 gennaio 2021
ore 23:49
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 27 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

FRONTI ATLANTICI IN TRANSITO, VENTI TESI OCCIDENTALI. Le condizioni sull'Europa mediterranea non si stabilizzano e nei prossimi giorni saranno soggette a forti variazioni, caratterizzate dal passaggio di alcune perturbazioni atlantiche sospinte da intensi flussi occidentali. Una di queste attraverserà la nostra penisola da nord a sud nel corso di venerdì e sarà accompagnata da forti venti da ovest sui bacini occidentali, da sudest sull'Adriatico. Sarà soprattutto tra Tirreno e isole maggiori che si avranno le raffiche più intense, anche di 80-90km/h, tanto che le coste esposte ad ovest potranno subire mareggiate.

CLIMA MITE TRA VENERDÌ E SABATO. Il flusso occidentale prevalente in questa fase sarà piuttosto mite, pescando correnti dalle basse latitudini atlantiche e dal Nord Africa, tanto che le temperature saranno sempre più elevate rispetto ai giorni scorsi, nonostante il transito della perturbazione. Le zone sottovento saranno quelle in cui la colonnina aumenterà di più e sul Piemonte occidentale, basso Adriatico e zone orientali delle isole si potranno raggiungere massime fino a 16/18°C.

VENTI TESI, DOMENICA CALO TERMICO. Tra sabato e domenica transiterà un'altra perturbazione che attraverserà l'Italia da nord a sud, anche questa sospinta da intense correnti prima tra sudovest e sudest, poi tra ovest e nordovest con raffiche fino a 80-100km/h che potranno generare mareggiate sulle coste esposte. Le temperature subiranno dapprima un aumento, in particolare sabato al Centro-Sud, quando si potranno toccare punte di 18/20°C sulle isole maggiori, 16/18°C sul Sud peninsulare. Poi un calo domenica al Sud, interessato dal passaggio della perturbazione, ma un aumento al Nord dove i cieli andranno liberandosi.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati