12 settembre 2018
ore 7:15
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per tutti

FLORENCE PRONTO ALL'IMPATTO - Ore di apprensione per l'arrivo dell'uragano Florence sugli Stati Uniti Orientali. Nelle ultime ore Florence si è andato ulteriormente intensificando tanto da divenire un categoria 4. Rimane ancora un po' di incertezza circa il punto esatto in cui Florence toccherà terra: la fascia costiera che con maggiore probabilità sarà soggetta alla potenza distruttiva dell'uragano dovrebbe comunque essere quella compresa tra la Georgia e la Virginia. Con piccole variazioni di rotta gli effetti possono variare in maniera decisa.

EVACUAZIONI IN MASSA, EVENTO SENZA PRECEDENTI- Il governatore Henry McMaster ha ordinato l'evacuazione di oltre un milione di persone che vive lungo costa. Florence viene indicato come 'senza precedenti' per la zona.  Si tratta di un evento insolito perchè è difficile che uragani di categoria 4 si spingono così a Nord della Florida. Dal 1851 è accaduto solo 5 volte: Great Beaufort (1879), San Ciriaco (1899), Hazel (1954) Gloria (1985) e Fran (1996)

FLORENCE URAGANO MAJOR - Florence nella tarda serata di lunedì aveva raggiunto la categoria 4 con il centro di pressione che era sceso sotto i 940 hPa. La rapida intensificazione del ciclone è avvenuta poi in poco tempo a una velocità molto più rapida di ogni previsione dei modelli.Florence è poi transitato da tempesta tropicale ad un urgano Major in solo 31 ore. Florence adesso si muove in una porzione di acqua calda ma anche in un contesto con un basso shear del vento: questa situazione potrebbe farlo ancor più rafforzare tanto che non si esclude la possibilità che possa raggiungere la categoria 5. 

AGGRAVANTE DEL BLOCCO ANTICICLONICO - Altra aggravante potrebbe venire dall'anticiclone di blocco previsto rafforzarsi a nord di Florence: l'uragano potrebbe muoversi lentamente determinando piogge torrenziali ed insistenti sulle medesime zone per più giorni. Un po' come avvenuto lo scorso anno per Harvey

URAGANI VERSO IL PICCO IN ATLANTICO - L'attività degli uragani raggiunge proprio ora il suo picco stagionale. Secondo la climatologia il 10 Settembre è proprio il giorno di massimo, in perfetto orario dunque l'arrivo di Florence. Questo avviene dopo un periodo decisamente sottotono in Atlantico.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati