6 novembre 2019
ore 20:00
di Carlo Migliore
tempo di lettura
3 minuti, 1 secondo
 Per tutti

Situazione: Il flusso perturbato atlantico non ha nessuna intenzione di mollare la presa. Avvalendosi di un vortice di bassa pressione sul Regno Unito continuerà a lanciare attacchi verso l'Europa centro occidentale e il Mediterraneo portando intenso maltempo e venti forti. Un nuovo peggioramento è atteso sull'Italia già a partire dalla giornata di giovedì che vedrà la vecchia perturbazione allontanarsi dall'estremo Sud e le prime nubi e precipitazioni raggiungere il Nord già dal pomeriggio. Ma sarà soprattutto dalla sera di giovedì e nella giornata di venerdì che avremo le condizioni peggiori. La saccatura sarà infatti sbilanciata a ovest con un minimo tirrenico e l'intenso richiamo di venti umidi meridionali porterà fenomeni intensi e insistenti sulle regioni del Nord, la Sardegna e la fascia centrale tirrenica accompagnati da venti tempestosi di libeccio e scirocco che potranno toccare gli 80-90km/h di raffica. Come sempre accade in queste particolari configurazioni, l'estremo Sud e il versante Adriatico resteranno sotto vento. L'ingresso di aria più fredda da ovest al seguito della perturbazione porterà anche abbondanti nevicate sull'arco Alpino e Prealpino fin dai 1200m con accumuli importanti in quota. Vediamo al previsione:

PRIMI FENOMENI GIÀ DA GIOVEDÌ: Nubi e primi deboli fenomeni cominceranno ad interessare il Nordovest già dalla mattinata di giovedì mentre all'estremo sud i residui della vecchia perturbazione abbandoneranno progressivamente Puglia, Calabria e Sicilia. Sul resto della Penisola il tempo sarà nel complesso soleggiato. Dal pomeriggio ulteriore peggioramento al Nord con fenomeni intensi in serata al Nordovest mentre sul resto della penisola il tempo si manterrà ancora buono o discreto.

VENERDÌ' ACUTO DEL MALTEMPO: Nord spiccato maltempo al Nordovest, Lombardia e Triveneto con fenomeni intensi e insistenti, anche a sfondo temporalesco e con rischio di nubifragi e allagamenti. Fenomeni più intermittenti sull'Emilia Romagna, specie in Romagna dove si avranno anche schiarite. Neve abbondante sulle Alpi dai 1200-1400m con quota neve in ulteriore calo in serata. Debole acqua alta sulla Laguna Veneta (105cm). Tra sera e notte fenomeni in attenuazione. Centro intenso maltempo su Sardegna e regioni peninsulari tirreniche con forti fenomeni, insistenti sull'alta Toscana con rischio di nubifragi e allagamenti. Maggiori aperture lungo l'Adriatico con fenomeni più sporadici. IN serata graduale attenuazione dei fenomeni da ovest. Neve sulle cime più alte dell'Appennino. Sud instabilità in aumento in Campania con piogge e temporali a partire dai settori settentrionali. Ampie aperture altrove. Temperature in calo al Centro Nord e Sardegna, stazionarie altrove con possibili aumenti sul medio basso Adriatico. Venti forti e tempestosi di Libeccio con mari agitati e mareggiate lungo le coste esposte.

Qui un dettaglio sul weekend

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati