21 gennaio 2020
ore 8:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 35 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. Correnti fredde che affluiscono dai quadranti orientali determinano una tesa ventilazione intorno all'Italia destinata a protrarsi almeno fino a metà settimana, anche se tendente ad attenuarsi gradualmente nei prossimi giorni. I settori più esposti saranno quelli più a ovest, isole maggiori in primis con burrasche al largo, per la maggior vicinanza al centro di bassa pressione tra Penisola Iberica e Nord Africa. Il graduale rinforzo dell'alta pressione nel corso della settimana favorirà però una progressiva attenuazione dei venti e di conseguenza anche del moto ondoso. Ma vediamo il dettaglio per i prossimi giorni:

METEO MARI E VENTI MARTEDÌ. Venti forti dai quadranti orientali su Mar Ligure, Mar di Corsica, Mar di Sardegna e Tirreno centro settentrionale, con raffiche fino a 80km/h sui bacini più occidentali. Venti tesi o forti da sudest sui canali delle isole, moderati settentrionali sul medio-basso Adriatico, da nordest sullo Ionio. Mari mossi medio e basso Adriatico e Ionio, agitati Mar Ligure occidentale, Mar di Sardegna, Mar di Corsica e Canali con possibili burrasche al largo, mossi gli altri.


METEO MARI E VENTI MERCOLEDÌ. Venti ancora tesi da sudest intorno alle isole e sul Tirreno occidentale, da nordest sul Mar Ligure, moderati da nordovest sull'Adriatico, da nordest sullo Ionio. Mari molto mossi o agitati intorno alle isole, mossi o molto mossi gli altri bacini.

TENDENZA SUCCESSIVA. Permarrà una ventilazione moderata o a tratti tesa da sudest sui bacini occidentali, venti in intensificazione da sudest venerdì anche sull'Adriatico.


Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati