19 novembre 2020
ore 16:01
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 19 secondi
 Per esperti
anomalie geopotenziale 500 hPa in novembre
anomalie geopotenziale 500 hPa in novembre


Il mese di novembre è caratterizzato da anticicloni ingombranti in Europa secondo un regime di blocco. Questo tiene lontane le perturbazioni tanto che novembre si mostra secco. Solo ora con una parziale modifica dell'impianto circolatorio alcuni fronti trovano una via di accesso sul Mediterraneo portando dei peggioramenti.

Il tipo di circolazione è da indici AO e NAO positivi che sono sinonimo di un vortice polare forte. Questo comporta anche il recupero del ghiaccio marino artico dopo il deficit degli ultimi tempi.

estensione ghiaccio marino artico in ripresa (fonte nsidc)
estensione ghiaccio marino artico in ripresa (fonte nsidc)

Il  vortice polare troposferico forte è previsto continuare nelle prossime settimane. Secondo la media delle previsioni di Ecmwf lo scenario da NAO positiva sarebbe tale anche nel lungo termine.

regime da Nao positiva che permane secondo Ecmwf
regime da Nao positiva che permane secondo Ecmwf


Tuttavia la distribuzione mostra una bimodalità della NAO nella terza settimana. 

Eof secondo ecmwf
Eof secondo ecmwf

In pratica la NAO positiva potrebbe essere associata a diversi scenari per l'Europa; o con anomalie di geopotenziale più basse di latitudine (1)

Regime da NAO+
Regime da NAO+

oppure più alte (2). 

Regime da NAO+ e Blocking
Regime da NAO+ e Blocking

Seppur il primo schema è in vantaggio sul secondo, questo aspetto andrà rivalutato nei prossimi giorni.


In stratosfera il vortice polare è freddo e tende a divenire più intenso da fine mese. Le temperature sono in calo anche a 30 hPa segno che il raffreddamento della stratosfera si porta verso il basso. 

temperature a 30 hPa sul Polo Nord
temperature a 30 hPa sul Polo Nord


Il flusso di calore verso la stratosfera, a livelli minimi, rispecchia questa situazione

flussi di calore in stratosfera ai minimi
flussi di calore in stratosfera ai minimi


Il modello Ecmwf mostra come previsione un vortice stratosferico più forte rispetto alla precedente uscita con un picco nella prima settimana di dicembre

vortice statosferico forte in prospettiva
vortice statosferico forte in prospettiva

Nel caso di coupling strato-troposfera tale dinamica sarebbe 'nemica' dell'inverno. Anteprima scenario qui


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati