26 ottobre 2020
ore 9:00
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 22 secondi
 Per esperti
vortice polare in rinforzo
vortice polare in rinforzo

Il vortice polare stratosferico subisce il primo rinforzo della stagione. Le velocità a 10 hPa sono previste in aumento tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre; tuttavia rientrano ancora in un normale range statistico.

velocità a 10 hPa
velocità a 10 hPa

Sempre a fine mese c'è da segnalare un forte jet stream in uscita dal Nord America; poco prima l'uragano Epsilon induce un primo aumento delle correnti occidentali in Atlantico.

jet stream intenso in uscita dal Nord America
jet stream intenso in uscita dal Nord America

Questa doppia situazione viene captata dal flusso delle medie latitudini che si dispone secondo uno schema zonale. In pratica gli anticicloni vengono allungati verso l'Europa meridionale con tempo più asciutto e mite; di contro gli Stati settentrionali sono coinvolti dal passaggio di perturbazioni. Questo è la previsione attesa per i primi giorni di novembre

Quando infatti il vortice polare è forte il jet stream oscilla poco, di conseguenza c'è una netta divisione tra l'aria fredda e calda come mostra questo schema di didattica che vi proponiamo

flusso zonale, prevale il clima mite
flusso zonale, prevale il clima mite

Di contro quando ci troviamo in un vortice polare debole allora le masse d'aria calda e fredda si spostano lungo i meridiani secondo una configurazione bloccata

didattica; flusso bloccato
didattica; flusso bloccato

Questa situazione potrebbe trovare uno sblocco dopo il 6-7 Novembre con un indebolimento del vortice polare. Secondo le indicazioni a lungo termine le anomalie di geopotenziale a 500 hPa maggiori si sposterebbero nella seconda decade di novembre in Atlantico. Se questo venisse confermato allora potremmo rivedere una maggiore dinamicità del tempo.


cenario a 500 hPa 9-15 novembre (fonte ecmwf)
cenario a 500 hPa 9-15 novembre (fonte ecmwf)

Questo sarebbe in linea con l'andamento della MJO in progressione nelle fasi alte con aumento della pressione sul nord Atlantico e conseguente calo dell'indice NAO

progressione della Madden secondo ecmwf
progressione della Madden secondo ecmwf


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati