3 aprile 2020
ore 7:00
di Francesco Nucera
tempo di lettura
2 minuti, 25 secondi
 Per esperti
Vortice Polare
Vortice Polare


Aumentano le possibilità per un Final Warming (FW) tardivo, (l'ultimo riscaldamento della stratosfera polare) ovvero dopo il 15 di Aprile. Il vortice polare stratosferico continuerà ancora a rimanere ben saldo nelle sue posizioni nonostante i tentativi di alcuni riscaldamenti di indebolirlo. Secondo le proiezioni l'indebolimento sembrerebbe avvenire in maniera naturale, senza dunque un supporto dinamico, con l'inversione dei venti in stratosfera che avverrebbe attorno al 22 di Aprile. 

velocità zonali a 10 hPa
velocità zonali a 10 hPa

Fin dalle sue battute iniziali il vortice polare stratosferico si è  presentato abbastanza forte, molto compatto e decisamente freddo. In piu' occasioni questa situazione ha inficiato sul tempo delle medie latitudini andando ad intensificare il flusso delle correnti occidentali che hanno causato l'inverno più caldo di sempre in Europa.

Il vortice polare freddo e compatto ha poi agito sull'impoverimento dell'ozono stratosferico artico, situazione che in marzo è sfociato con un raro buco dell'ozono. La mancanza di ozono è poi un ulteriore impedimento per il final warming radiativo.

IL FW è proprio un vero riscaldamento della stratosfera ma dal momento che avviene in Primavera si dice finale. La circolazione da ovest verso est in stratosfera, durante il Final Warming, si inverte e si crea un anticiclone polare stratosferico. In pratica il vortice polare stratosferico scompare, una situazione che resta tale fino all'arrivo della prossima stagione fredda quando tenderà poi a riformarsi. Da un punto di vista della circolazione l'inverno alle medie latitudini esiste fino a quando è in vita il vortice polare stratosferico. 

I final warming dinamici sono quelli più interessanti perchè sono in grado di poter agire sulla circolazione delle medie latitudini. Secondo la statistica durante gli inverni senza stratwarming è più probabile che il Final Warming dinamico sia anticipato (prima del 15 aprile). Quest'anno non sembra andare così e questo rende questa stagione ancora più interessante. Il motivo deriva dal fatto che negli inverni caratterizzati da stratwarming il vortice polare ci impiega del tempo prima di ricompattarsi. Un po' come avvenne lo scorso anno. Dal 1981 ad oggi 21 sono stati dinamici, 15 sono avvenuti dopo il 15 di Aprile. Quello piu' precoce è avvenuto il 5 marzo 2016, quello più in ritardo il 12 maggio 1981. 

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazionale che regionale.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Play Video

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati