27 febbraio 2021
ore 8:40
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 34 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. L'anticiclone di stampo primaverile che ci ha accompagnato in settimana ha raggiunto il culmine venerdì sull'Europa centrale e sul Mediterraneo centrale, favorendo anche sull'Italia condizioni di stabilità e temperature spesso primaverili. Hanno fatto eccezione alcune nebbie o nubi basse sul Tirreno che riescono a coinvolgere le coste occidentali dello Stivale, dovute al contrasto termico tra l'aria calda in risalita dal Nord Africa verso il cuore dell'anticiclone e la superficie dell'acqua del mare ancora fredda. L'anticiclone resisterà nel weekend, ma con alcuni cambiamenti a causa del suo invecchiamento e di un fronte in discesa dal Nord Europa. Vediamo i dettagli:

METEO SABATO. L'anticiclone comincerà ad invecchiare e subirà alcuni attacchi ad opera di infiltrazioni di correnti più fresche e lievemente instabili settentrionali. Un fronte in avvicinamento dal Nord Europa non sarà in grado di smantellare l'anticiclone, ma scivolando verso l'Adriatico si limiterà a distribuire un po' di nuvolosità sparsa al Centro-Nord, con addensamenti che diverranno più compatti in serata su Prealpi, Appennino Settentrionale e soprattutto sul basso Piemonte, anche con alcune brevi nevicate sulle Alpi Marittime dai 1300m circa. Vanno segnalate tra la notte e il mattino nebbie e nubi basse sulle coste di Liguria, Toscana, Lazio, Campania, ma anche della Sardegna; coinvolte dunque città come Genova, Livorno, Napoli, Sassari, ma anche Roma, nebbie a tratti sul Delta del Po e foschie sulle coste adriatiche centro-settentrionali, tutte in graduale dissolvimento nel corso della giornata. L'ingresso di aria più fresca settentrionale determinerà inoltre un certo calo delle temperature al Centro-Nord, con venti di Bora in rinforzo sull'alto Adriatico.

METEO DOMENICA. Anticiclone invecchiato e un po' stanco, non capace di contenere le infiltrazioni più fresche settentrionali, con conseguente formazione di una piccola saccatura depressionaria in quota ad ovest delle Alpi, responsabile di una certa variabilità al Nordovest e a ridosso delle Alpi centro-occidentali, tanto che saranno ancora possibili deboli nevicate sulle Alpi Marittime dai 1300/1400m, ma con tendenza ad ampie aperture entro sera. Contemporaneamente un debole fronte freddo in discesa verso i Balcani lambirà l'Adriatico, determinando qualche annuvolamento sparso lungo l'Adriatico e maggiori addensamenti dal pomeriggio sui settori ionici di Sicilia e Calabria, con qualche piovasco in arrivo sull'isola. Sarà visibilmente minore la presenza di nebbie e nubi basse rispetto alle 24 ore precedenti, limitate a qualche banco possibile fino al mattino sulle valli marchigiane, grazie ad un certo rimescolamento dell'aria per il passaggio del fronte sull'Adriatico. Temperature in calo, soprattutto al Nord e sull'Adriatico. Per la tendenza per la prossima settimana clicca qui.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per sapere se sono previste eventuali allerte sulla tua località, e di che tipo, consulta la nostra sezione Allerte

Per capire l'andamento delle temperature previste nei prossimi giorni consulta la nostra sezione temperature

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati