15 aprile 2021
ore 8:30
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 5 secondi
 Per tutti

ANTICICLONE SBILANCIATO SUL NORD EUROPA. Lo sbilanciamento dell'anticiclone verso l'Europa settentrionale sarà l'elemento dominante anche nel corso dei prossimi giorni e la sua posizione si manterrà pressoché invariata almeno fino al prossimo weekend. Rimanendo esteso dal Regno Unito fino alla Scandinavia innescherà sul suo bordo inferiore un richiamo di correnti fredde orientali che attraverseranno il Centro del Continente dirigendosi fin verso il Mediterraneo. Qui alimenteranno un vortice di bassa pressione che si prolungherà fino al Nord Africa e condizionerà l'andamento del tempo su molte delle nostre regioni durante il prossimo weekend.

WEEKEND, LE CONSEGUENZE. Innanzitutto l'afflusso di aria fredda al suo interno si avvertirà fin sullo Stivale, dove le temperature si manterranno ancora inferiori alle medie del periodo. Quanto ai fenomeni previsti l'evoluzione rimane anche oggi piuttosto ingarbugliata e tutto dipenderà dalla posizione e dalla traiettoria che questi assumeranno intorno al suo centro, poco definito ma ben esteso, tanto che riuscirà ad allungarsi verso sud fin verso l'entroterra sahariano. Proprio da questo cercheranno di innalzarsi fronti nordafricani verso il Mediterraneo centrale e l'Italia, che si scontreranno con il flusso freddo in discesa da nordest. Una situazione decisamente caotica e poco definita, che vedrebbe comunque come evoluzione più probabile la formazione sabato di una certa instabilità soprattutto diurna sabato lungo l'Appennino e localmente a ridosso dell'arco alpino, con qualche fenomeno. Nel frattempo la Sardegna rimarrebbe ancora alle prese con il primo fronte risalito precedentemente dal Nord Africa, foriero di ancora alcune piogge. Domenica il contrasto tra i flussi freddi da nordest e la risalita di fronti dal Nord Africa diverrebbe ancor più accentuato e l'instabilità, soprattutto diurna, interesserebbe più direttamente zone alpine ed appenniniche ma anche le isole maggiori, esposte ai fronti nord africani. Il contesto termico favorirebbe altre precipitazioni a carattere nevoso sui rilievi del Centro-Nord, a quote basse per la stagione. In ogni caso vista la distanza temporale e la dinamicità dell'evoluzione la tendenza potrebbe subire modifiche anche sostanziali e vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati