14 marzo 2019
ore 22:40
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 6 secondi
 Per tutti

Una nuova perturbazione incanalata nel flusso perturbato nord atlantico che sta caratterizzando la settimana su gran parte d'Europa si sta addossando in queste ore ai versanti esteri della catena alpina, innescando nevicate che si stanno notevolmente intensificando. In particolare fiocchi abbondanti stanno interessando il versante francese del Monte Bianco, la Svizzera e parte dell'Austria. Fiocchi che ormai hanni raggiunto anche i confini retici e quelli alto atesini. Ma è soprattutto sul comparto elvetico che si registrano i fenomeni più intensi ed estesi.

La neve cade mediamente oltre i 1000m, oltre i 1200m sulla zona di Chamonix, prevista comunque in graduale rialzo nelle prossime ore su tutto il comparto alpino. Lo spessore di neve fresca inizia a diventare considerevole in quota, oltre i 2000m, dove si registrano accumuli di circa 15cm in poche ore lungo i confini valdostani sia con la Francia che con la Svizzera.

Intanto le nevicate riescono a sconfinare a parte della Valle d'Aosta e dell'alto Piemonte, con rovesci da sfondamento che interessano soprattutto la zona del Monte Bianco, Grand Combin e Cervino ed il limite pioggia-neve oscillante intorno a 1200/1300m.

Per maggiori dettagli consultate la sezione meteo Italia

Per le precipitazioni previste consultate anche le mappe pluviometriche

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati