7 settembre 2019
ore 21:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti

Perturbazione attesa domenica sull'arco alpino e nuove nevicate in vista, dopo il primo assaggio di stagione di venerdì. In arrivo dal Nord Atlantico si porterà da domenica sulle Alpi e inizierà a scaricare i primi fiocchi. Vediamo come.

Già dalle prime ore del mattino la nuova perturbazione determinerà un peggioramento segnatamente sulle Alpi centro-orientali con neve dai 2000/2200m, ma con quota neve che tenderà ad abbassarsi nel pomeriggio a causa dell'intensificazione dei fenomeni che risulteranno anche a carattere di rovescio su Alto Adige, Cadore e Carnia, con fiocchi fino a 1800m. Sulle Alpi confinali alto atesine a confine con l'Austria non esclusa neve a tratti fin sotto i 1600-1700m durante i rovesci più intensi. 

In serata i fenomeni inizieranno progressivamente ad attenuarsi da ovest e il limite neve tenderà ad alzarsi, fino a 1900/2200m su Alto Adige e Cadore, 1800/2000m sulla Carnia. La notte esaurimento dei fenomeni salvo residui fiocchi sui confini alto atesini dai 1900m ed ampi rasserenamenti in avanzamento da ovest.


Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Sei curioso di sapere quale sarà la locala più calda in Italia nei prossimi giorni? Scoprilo cliccando qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati