22 gennaio 2020
ore 16:30
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti

Nuovo record di temperatura sui fiordi norvegesi: Per la seconda volta in questo mese di gennaio la Scandinavia meridionale e in particolare l'area dei fiordi norvegesi assieme a tutto il Baltico ha fatto registrare temperature eccezionalmente elevate per il periodo. Dopo il record di 19°C del 2 gennaio un nuovo record di 16.9°C per Sunndalsøra il 20 gennaio ma non è naturalmente l'unica località. È stato infatti stabilito un nuovo record per tutta la regione di Trøndelag, la stazione Rissa ha raggiunto +14,0 ° C, battendo addirittura il precedente record di +13,8 ° C osservato a Vinjeøra nel 1971. Complice dell'estremo riscaldamento soprattutto l'anticiclone sub tropicale che ha collocato i suoi massimi proprio tra l'Inghilterra e la Scandinavia ma anche una leggera ventilazione di fohn che è intervenuta nella regione montagnosa dei fiordi.

Se l'anomalia climatica maggiore riguarda la Scandinavia e il Baltico, non sono da meno Inghilterra e Russia, anche qui infatti le temperature sono risultate più alte della media fino a 6-8°C in più. Da notare invece l'anomalia negativa registrata sulla Penisola Iberica e sul Mediterraneo orientale a causa di due distinte circolazioni cicloniche collegate a due nuclei di aria fredda scesi nei giorni precedenti dal nord Europa e rimasti poi annidati alle basse latitudini. Qui i valori di temperatura sono inferiori alle medie fino a 6-8°C in meno.

Sei curioso di conoscere il tempo che sta facendo in altre parti del mondo? Clicca qui


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati