7 agosto 2020
ore 12:09
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 0 secondi
 Per tutti
Il ghiacciaio Planpincieux ha ripreso a muoversi, scatta l'allerta nella Val Ferret
Il ghiacciaio Planpincieux ha ripreso a muoversi, scatta l'allerta nella Val Ferret

Gli sbalzi di temperatura delle ultime due settimane hanno ulteriormente destabilizzato l'enorme massa di ghiaccio che costituisce il fronte del ghiacciaio Planpincieux, già al centro di numerose problematiche per l'emergenza scattata nell'autunno 2019. Nei giorni scorsi il ghiacciaio ha ripreso a muoversi di oltre un metro al giorno e si teme che da un momento all'altro possa esserci un  crollo. Per i tecnici della Fondazione Montagna Sicura e dell'assessorato regionale alle Opere pubbliche, si è delineato un nuovo settore, una seraccata separata dal ghiacciaio con un volume di 500 mila metri cubi; lo scorso anno, a fine settembre, l'allerta era invece scattata per una porzione stimata in 250 mila metri cubi. 

                               


La nuova caratterizzazione delle zone a rischio prevede una zona rossa che potrebbe essere travolta dalla massa solida della valanga e una zona gialla che sarebbe raggiunta dalla nube di neve e ghiaccio. Entrambe sono state sgomberate per precauzione: la situazione di rischio è stimata in almeno tre giorni. Circa 30 case sono state sgomberate, c'erano 70 persone che sono state fatte allontanare per precauzione. Questa la situazione di emergenza che era scattata a settembre scorso:


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati