1 agosto 2021
ore 15:43
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 2 secondi
 Per tutti

DAL 29 LUGLIO ESAURITE LE RISORSE ANNUALI RINNOVABILI PER L'UMANITA': dietro un termine apparentemente complesso come l'Overshoot Day si nasconde un concetto molto semplice. Immaginate di scendere di casa e fare la spesa per una settimana programmando il consumo giornaliero di tutta la famiglia e considerando tutto ma proprio tutto, dall'acqua, al pane, al sapone per i piatti e mettendo a disposizione un certo budget. Una volta fatta la provvista, cominciate a consumare ciò che è stato acquistato giorno per giorno. Ad un certo punto vi rendete conto di aver consumato più di quanto previsto e la provvista residua non basterà a coprire tutta la settimana ma diciamo solo 5 giorni. Quel 5° giorno può essere definito come Overshoot day, (giorno del superamento) ovvero la data in cui le risorse disponibili sono terminate e per sopravvivere un altro giorno dovrete scendere a fare di nuovo la spesa andando a intaccare il vostro credito bancario. 

THE EARTH OVERSHOOT DAY - Il Pianeta produce ogni anno una certa quantità di risorse, se l'umanità riuscisse a consumare quelle risorse in un anno o anche meno, la nostra esistenza sarebbe garantita da una rinnovabilità perpetua, ma purtroppo ciò non accade più almeno dal 1970. Da quell'anno in poi le risorse annuali del pianeta sono state consumate dall'umanità prima che finisse l'anno e per questo motivo da allora siamo perennemente in sovra sfruttamento. Di anno in anno il nostro debito ecologico è aumentato sfruttando più risorse di quelle che la Terra può offrire in un anno, in termini di emissioni di carbonio, terreni coltivati, sfruttamento degli stock ittici e uso delle foreste per il legname: per soddisfare i nostri consumi ad oggi avremmo bisogno ormai di 1,7 pianeti Terra....Quel fatidico giorno ha continuato a slittare all'indietro dal 21 dicembre del 1971 fino all'attuale 29 luglio, nel 2020 a causa della pandemia si era attestato al 22 agosto. Si tratta di una data calcolata a livello globale, poi singolarmente ogni Nazione ha la sua data specifica, l'Italia per esempio ha fatto persino peggio, esaurendo le risorse il 13 maggio...Se continuiamo di questo passo entro il 2050 raggiungeremo a livello globale il mese di giugno, il che significa che ogni anno consumeremo il doppio di quanto il Pianeta potrà offrirci con le conseguenze che tutti possiamo immaginare.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati