1 marzo 2021
ore 14:49
di Carlo Migliore
tempo di lettura
3 minuti, 7 secondi
 Per tutti

MARZO 2021 - Il mese che segnerà l'arrivo della Primavera astronomica per l'emisfero Boreale e dell'Autunno per l'emisfero Australe (20 marzo alle 10.37) vedrà ancora come protagoniste le costellazioni invernali che tuttavia inizieranno a traslare verso sud-ovest mentre cominceranno a fare capolino quelle del Leone e della Vergine. Tra tutti gli appuntamenti sarà senz'altro di rilievo quello con la Superluna detta "del lombrico" che cadrà il  giorno 28. Ma andiamo per ordine:

LUNA

  • Ultimo quarto: 6 marzo

  • Luna nuova: 13 marzo.

  • Primo quarto: 21 marzo

  • Luna Piena: 28 marzo.

La Luna Piena di marzo è tradizionalmente nota come "La Luna del lombrico" o del verme così chiamata dai nativi americani, perché proprio in questo mese il terreno si ammorbidisce dopo il disgelo invernale e i lombrichi tornano a solcare il suolo, invitando i pettirossi al ritorno. In inglese Worm Moon ha anche una sonorità simile a Warm Moon che significa Luna tiepida. I colonizzatori europei la chiamavano Luna di Quaresima a causa della sua comparsa nel tempo di Quaresima, mentre nelle lingue celtiche era nota come Luna dei Venti,  nell'Inghilterra medievale era la Luna Casta. La luna piena del 28 marzo sarà una Superluna anche se la distanza dalla Terra ( 366647km) non sarà tra le più basse possibili.

PIANETI E CONGIUNZIONI

MARTE - si trova nella costellazione del Toro. Il pianeta rosso risulta ancora ben osservabile nelle prime ore della sera e sarà protagonista di alcune congiunzioni spettacolari.

  • 3 marzo - congiunzione tra Marte e Alcione, la stella più brillante delle Pleiadi.

  • 19 marzo - Triangolazione Marte-Luna-Aldebaran. La Luna sarà prima in congiunzione con Marte. Successivamente, sempre nell'arco della stessa serata, il nostro satellite si troverà in congiunzione con Aldebaran. 

  • 20 e 22 marzo - congiunzione Marte-Aldebaran (il 20 per longitudine eclittica e il 22 per ascensione retta).

GIOVE, SATURNO E MERCURIO - I due giganti e il pianeta Mercurio saranno poco visibili a causa della bassa inclinazione, si potranno comunque osservare poco prima dell'alba

  • Il 5 marzo, Mercurio e Giove si troveranno in congiunzione, ma sarà difficile osservarli. Il 6 marzo, Mercurio raggiungerà la sua massima elongazione ovest. 

  • La mattina del 10 marzo saranno la Luna e ed il signore degli anelli Saturno ad essere in congiunzione, formando uno splendido quadro celeste assieme a Giove e Mercurio

URANO - il gigante ghiacciato è situato nella costellazione dell'Ariete. Sarà osservabile dopo il tramonto, fino alle 21:45 circa.

COMETE - Durante le notti del mese di Marzo abbiamo una new entry: la C/2021 A2 NEOWISE, che sfreccerà attraverso la costellazione di Orione e sarà la cometa più "luminosa" del periodo. Rimangono poi da seguire la 141P/MACHHOLZ e la C/2020 M3 ATLAS. Purtroppo nessuna sarà visibile a occhio nudo.

SCIAMI METEORICI - Marzo  è un mese poco favorevole per osservare le meteore. Durante la notte sono attivi pochissimi sciami e quindi in genere si riesce a vedere solamente poco più di una decina di stelle cadenti in un'ora di sorveglianza. Per di più in questo periodo le meteore sono alquanto deboli in luminosità. All'inizio del mese avremo una buona opportunità di osservare alcune meteore della vecchia e ormai diffusa corrente delle Virginidi (max 6 marzo). Dopo la metà del mese (specie tra il 19 e il 21 marzo) vedremo aumentare il numero delle meteore dalle zone poco sopra Spica, dai radianti delle eta Virginidi e theta Virginidi, nonchè dalla zona sotto la coda del Leone (radiante delle beta Leonidi). La loro osservazione, possibile per l'intera notte, quest'anno sarà un po' disturbata dal chiarore della Luna solamente nelle ore seguenti il crepuscolo serale.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati