1 giugno 2021
ore 8:48
di Carlo Migliore
tempo di lettura
5 minuti, 0 secondi
 Per tutti

Il cielo di giugno 2021 sarà piuttosto ricco di eventi per gli amanti dell'astronomia, un po' meno per chi si avvale del solo sguardo per ammirare la volta celeste ma sicuramente interessante. Due appuntamenti importanti, un'eclissi anulare di sole parzialmente visibile dall'Italia e la terza e ultima super luna di quest'anno. Sempre più visibili poi nella seconda parte della notte i pianeti giganti del Sistema Solare assieme ad una serie di congiunzioni

IL SOLE: 

Si trova nella costellazione del Toro fino al giorno 21, quando si sposterà nella costellazione dei Gemelli.

  • 1 giugno: sorge alle 5.39; tramonta alle 20.41

  • 15 giugno: sorge alle 5.36; tramonta alle 20.49

  • 30 giugno: sorge alle 5.40; tramonta alle 20.51

L'ECLISSI SOLARE ANULARE DEL 10 GIUGNO: l'eclissi anulare è un'eclissi solare in cui il disco del sole non viene completamente coperto da quello lunare, ma resta visibile un anello di luce. La fase anulare sarà visibile solo in Canada, Groenlandia e Russia. In Italia sarà parzialmente visibile dalle regioni settentrionali e parte del centro, del tutto invisibile al Sud. La percentuale di disco oscurata sarà minima qui una stima su come si potrà vedere da Milano, Venezia e Firenze:

Per la sua osservazione raccomandiamo l'utilizzo di appositi filtri solari, mai direttamente con gli occhi perché il sole può danneggiare irreparabilmente la vista. L'evento verrà comunque trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook UAI (https://www.facebook.com/UnioneAstrofiliItaliani/) e sul canale YouTube UAI (https://www.youtube.com/channel/UCct5_mVdzc19gFYSrdN2fWw).

LA LUNA:

  • 02/06/2021 Ultimo Quarto 

  • 10/06/2021 Luna Nuova 

  • 18/06/2021 Primo quarto 

  • 24/06/2021 Luna Piena 

La luna piena del 24 giugno sarà anche una super luna, leggermente più piccola di quella del 26 maggio ma pur sempre una super luna, sarà anche la terza e ultima dell'anno (distanza dalla Terra 366.936km). Tutte le successive saranno via via più piccole fino alla mini luna del 19 dicembre (distanza dalla Terra 405.114km)

I PIANETI : tornano visibili nella seconda parte della nottata Giove e Saturno, i giganti del Sistema solare, ben visibili a occhio nudo assieme a Venere

GIOVE: si potrà osservare a Sud-Est nelle ore che precedono l'alba: il pianeta culmina al Sud al sorgere del Sole. Nel corso del mese Giove si sposta con moto diretto fino al 21 giugno, quando diventa stazionario per poi riprendere con moto retrogrado il percorso nella costellazione dell'Acquario.

SATURNO: le condizioni di osservabilità di Saturno sono simili a quelle di Giove. Saturno sorge quasi un'ora prima di Giove, pertanto verso la fine di giugno potremo individuarlo sull'orizzonte a Sud-Est già prima della mezzanotte, per poi osservarlo agevolmente per tutta la seconda parte della notte. Saturno si trova al centro della costellazione del Capricorno.

VENERE: le condizioni di osservabilità del pianeta più luminoso rimangono praticamente invariate per tutta l'estate. Ne prossimi mesi vedremo Venere tramontare circa un'ora e mezza dopo il Sole. Il pianeta sarà quindi protagonista delle serate estive, alla luce del crepuscolo, fino al calare dell'oscurità. Venere inizia il mese nella costellazione del Toro, ma già dal 3 giugno il pianeta è visibile nei Gemelli, che attraversa per intero fino a raggiungere il Cancro, dove possiamo osservarlo dalla sera del 25 giugno.

CONGIUNGIONI
  • Luna - Giove - Saturno : proprio all'inizio del mese, nelle ore che precedono l'alba del 1° giugno, possiamo osservare un suggestivo terzetto di astri costituito dalla Luna calante, prossima all'Ultimo Quarto, che si trova al limite tra Capricorno, dove si trova Saturno, e l'Acquario, che ospita Giove. 

  • Luna - Venere : la sera del 12 giugno il crepuscolo vedrà una ricca concentrazione di astri, con Venere, la sottile falce di Luna crescente e le due stelle più luminose della costellazione dei Gemelli, Castore e Polluce. 

  • Luna - Marte : la sera del 13 giugno il falcetto di Luna crescente raggiunge Marte nella costellazione del Cancro.

  • Marte - Presepe  : un incontro suggestivo, un ottimo soggetto per gli astrofotografi. Il 23 giugno il pianeta rosso si troverà proprio al centro dell'ammasso stellare del Presepe, M 44, nella costellazione del Cancro.

  • Luna - Giove - Saturno : nella seconda parte della notte tra il 27 e il 28 giugno si ripete l'incontro osservato all'inizio del mese tra la Luna, Giove e Saturno, tra le costellazioni del Capricorno e dell'Acquario.

LE METEORE: In giugno ci sono poche ore di oscurità, pertanto c'è poco tempo da dedicare all'osservazione, per giunta il numero delle stelle cadenti è tra i più bassi dell'anno. Non ci sono sciami importanti, ma solamente correnti minori. Dato che la prima parte del mese sarà più favorevole alla osservazione per l'assenza del disturbo della Luna, si potrà seguire soprattutto l'attività delle omega Scorpidi (max 3 giugno) e delle chi Scorpidi (max 5 giugno), due componenti della stessa corrente che spesso producono lente meteore a volte brillanti, delle tau Erculidi (max 3 giugno). Verso la metà del mese sarà il caso di spostare l'attenzione sulle meteore Liridi e le xi Draconidi. La loro frequenza è variabile secondo la posizione della cometa che le origina. Quest'anno durante la notte del 15/16 giugno di probabile maggiore attività di entrambi i radianti la Luna sarà assente per quasi tutta la notte (eccetto che nelle ore seguenti il crepuscolo serale), permettendo proficue osservazioni.Sempre nel medesimo periodo, saranno attivi alcuni interessanti radianti minori ben osservabili nella seconda parte della notte: le Aquilidi (max 16/17 giugno), le theta Ofiuchidi (max 16/17 giugno) e le lambda Sagittaridi (max 19/20 giugno). A fine mese verso il 27/28 giugno sarà d'obbligo controllare l'attività delle Bootidi. Quest'anno si potranno osservare favorevolmente dal termine del crepuscolo serale, quando il radiante sarà alla sua maggiore altezza, fino a circa le 02h, quando la Luna inizierà a portare disturbo.

(tutte le info da Unione Astrofili Italiani)


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati