25 marzo 2019
ore 15:37
di Andrea Vuolo
tempo di lettura
1 minuto, 34 secondi
 Per tutti

TRA TARDA SERA E NOTTE SU MARTEDÌ ROVESCI E TEMPORALI DIFFUSI SPECIE SUI SETTORI CENTRO-ORIENTALI - Dopo una mattinata e un pomeriggio dal sapore primaverile, con massime nuovamente comprese tra 20-23°C in pianura, un brusco peggioramento del tempo è atteso nel corso della serata e della notte per l'arrivo di aria piuttosto fredda sospinta da un'intenso flusso di correnti nord-orientali. Il contrasto termico tra le due masse d'aria, darà luogo alla formazione di piogge a carattere di rovescio, anche con temporali più probabili sulle province centro-orientali della Regione e locali grandinate; qualche locale rovescio potrebbe anche interessare le province occidentale, seppur a carattere sparso e al più di moderata intensità nottetempo. Insieme alla pioggia sarà protagonista ancora una volta anche il vento, con raffiche di Grecale che localmente potrebbero avvicinarsi agli 80-100 km/h sulle coste e fino a 50-70 km/h sulle pianure. Il fronte tenderà poi rapidamente a traslare verso Sud, con un conseguente rapido miglioramento a partire dalla seconda parte della notte, con residue piogge in Romagna e sulla dorsale appenninica fino alle prime ore di domattina.

TORNA LA NEVE SULL'APPENNINO FIN VERSO QUOTE DI ALTA COLLINA - L'aria fredda che irromperà bruscamente da Nordest tra la tarda serata e la prossima notte, favorirà un repentino calo della quota neve sull'Appennino, tanto che nella notte su martedì i fiocchi potranno spingersi fin verso i 600-700 metri, con locali sconfinamenti localmente al di sotto dei 600 metri sull'Appennino romagnolo durante i rovesci più intensi attesi nel corso della notte. Saranno proprio i rilievi della Romagna che potranno ricevere gli accumuli maggiori, fin verso i 10-15 centimetri intorno ai 1000 metri di quota. Non si esclude anche una locale imbiancata fino a San Marino città.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati