10 febbraio 2021
ore 23:45
di Fabio Da Lio
tempo di lettura
1 minuto, 1 secondo
 Per tutti

15-21 FEBBRAIO. Forti anomalie positive di pressione sull'Europa settentrionale confermerebbero la presenza di un poderoso campo anticiclonico dal quale proseguirebbero a scendere gelide correnti che dal nordest Europa si spingerebbero fin sul Mediterraneo orientale. Qui infatti anomalie bariche negative porterebbero a pensare che una circolazione depressionaria a carattere freddo continuerebbe a influenzare il tempo di Grecia, Balcani e parte dell'Italia (specie regioni adriatiche e ioniche) con precipitazioni nevose fino a quote basse. Nel mentre da ovest un promontorio anticiclonico in rimonta dal Mediterraneo occidentale andrebbe a influenzare il tempo sul resto d'Italia rendendolo un po' più stabile, seppur con clima sempre piuttosto freddo.

       

22-28 FEBBRAIO. Anche l'ultima parte del mese confermerebbe un trend improntato al freddo sull'Europa orientale e balcanica, per il continuo afflusso di masse d'aria gelida che in moto retrogrado influenzerebbero in parte anche l'Italia. Anomalie positive di pressione continuerebbero a insistere alle alte latitudini con nuovi blocchi anticiclonici che favorirebbero pressioni mediamente più basse sull'Europa meridionale e il Mediterraneo, qui con tempo frequentemente instabile e più freddo della media. Chiaramente questa rimane una linea di tendenza, che necessita di continui aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati