19 maggio 2022
ore 9:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 0 secondi
 Per tutti

Archiviato il leggero impulso fresco orientale,  responsabile di qualche temporale ma di un ridimensionamento termico molto relativo, l'anticiclone africano tornerà il padrone assoluto dell'area mediterranea espandendosi dal comparto delle Baleari dov'è ora, fino a gran parte dell'Europa centro occidentale e dell'Italia. Il processo di espansione sarà graduale e abbraccerà il periodo compreso tra la giornata di giovedì e il weekend. In una prima fase il promontorio anticiclonico avrà ancora un fianco orientale più debole legato all'evoluzione di una bassa pressione che dal Mar Nero punterà verso il Mediterraneo orientale. In questo frangente (19-20 maggio) i massimi anticiclonici saranno ancora a ovest della Penisola e il gran caldo interesserà prevalentemente la Spagna con massime che potranno toccare i 38/40°C. in Italia le temperature resteranno elevate, anche localmente sopra i 30°C e faranno registrare un lieve aumento venerdì ma non si potrà ancora parlare di gran caldo. Il tempo risulterà nel complesso soleggiato a scanso di qualche ultimo e isolato temporale di calore diurno sulle zone alpine.

Il gran caldo arriverà subito dopo nel corso del weekend quando la massa d'aria africana si adagerà su tutto il Mediterraneo centrale con massimi che saranno compresi tra la Spagna sud orientale, le Baleari, la Sardegna e le regioni occidentali della nostra Penisola. Atteso tra sabato e domenica un ulteriore aumento delle temperature con massime che potranno sforare la soglia dei 34/35°C al Nord sulla Val Padana centro occidentale, ma 33-34°C potranno essere raggiunti anche in Sardegna e nell'entroterra tirrenico centrale tra Toscana, Umbria e Lazio. Poco o nulla da segnalare a livello di tempo che sarò totalmente stabile e soleggiato a scanso forse di qualche velatura. Il caldo potrà essere particolarmente afoso sulla Val Padana e l'entroterra tirrenico. A seguire e dunque nella nuova settimana il flusso perturbato atlantico proverà a scendere di latitudine e coinvolgere maggiormente l'Europa centrale, anche parte dell'Italia potrebbe risentire del passaggio di una o più perturbazioni.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati