23 gennaio 2019
ore 8:31
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
1 minuto, 36 secondi
 Per tutti

SVOLTA DA META' DELLA PROSSIMA SETTIMANA - Finalmente ci siamo. Dopo svariati giorni di dominio assoluto, il robusto anticiclone sull'Europa occidentale inizierà a ritirarsi in Atlantico permettendo così l'ingresso sul vecchio Continente di correnti fredde atlantiche. Proprio quest'ultime da giovedì, ma ancora meglio nel corso del prossimo fine settimana, si tufferanno nel Mediterraneo dando vita a una fredda circolazione depressionaria che interesserà in maniera diretta la nostra Italia.

QUALI CONSEGUENZE PER L'ITALIA - Questa volta le precipitazioni interesseranno gran parte dello Stivale, con piogge e nevicate non solo su Adriatiche e Sud ma anche al Nord e sulle regioni Tirreniche. Secondo le ultime elaborazioni modellistiche (stante la distanza temporale ci potrebbero essere ancora variazioni) già mercoledì le prime piogge raggiungeranno parte delle Isole e delle regioni tirreniche mentre giovedì i fenomeni si dovrebbero concentrare su medio-basso Tirreno, Ioniche, Salento me isolatamente anche su Marche, Toscana, interne abruzzesi, e Val Padana. 

Da venerdì l'approfondimento di una depressione in prossimità della Sardegna porterà a una recrudescenza del maltempo con rovesci e temporali che interesseranno soprattutto Isole e a seguire regioni centro meridionali. Ma anche il Nord vedrà fortunatamente il passaggio di fenomeni, in particolar modo su Val Padana, pedemontane e Prealpi con piogge, rovesci e nevicate a quote collinari, localmente più in basso al Nordovest. Il tutto accompagnato da una sostenuta ventilazione a rotazione ciclonica.

Il vortice polare stratosferico, durante il periodo di Natale ha subito un intenso riscaldamento. Il vortice si è così diviso secondo quel fenomeno che viene definito 'split del vortice polare'.  Cosa sta succedendo ora: dettagli qui



Dettaglio delle piogge previste: Clicca qui

Dettaglio delle temperature previste: clicca qui

Dettaglio del tempo previsto: clicca qui

Dettaglio dei venti previsti: clicca qui

Dettaglio delle allerte previste: clicca qui

Consulta la situazione in atto: clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati