Redazione 3BMeteo
12 febbraio 2019
ore 9:30
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
2 minuti, 47 secondi
 Per tutti

Con l'anticiclone proteso lungo i meridiani tra la Penisola Iberica e le Isole Britanniche, nella prima parte della settimana una saccatura alimentata da correnti fredde di origine artica interesserà le regioni meridionali italiane, dando la stura a condizioni d'instabilità in un contesto termico prettamente invernale. Il notevole divario barico tra i settori centro-occidentali del bacino del Mediterraneo e i Balcani continuerà inoltre ad attivare una sostenuta ventilazione dai quadranti settentrionali, più forte ed insistente tra il basso Adriatico e l'estremo Sud.

MOTO ONDOSO IN RINFORZO DAPPRIMA SUL TIRRENO, POI SU ADRIATICO E IONIO - La giornata di lunedì trascorrerà all'insegna di condizioni piuttosto ventose su gran parte della Penisola. Foehn su Alpi e Pianura Padana, raffiche di Maestrale e Tramontana fino ai 60-80 km/h tra la Sardegna, le Bocche di Bonifacio, il Tirreno e le regioni meridionali. Il Mistral in uscita dal Golfo del Leone manterrà agitati il Mare delle Baleari e il Mare di Sardegna. Moto ondoso in decisa accentuazione anche sul basso Tirreno, forza 5-6 della scala Douglas. Mareggiate di debole o moderata intensità sono attese sulla fascia costiera nordoccidentale della Sardegna (Nurra, Golfo dell'Asinara) ed entro fine giornata anche sui litorali esposti della Calabria (in particolare il Vibonese) e della Sicilia (Trapanese, Palermitano, Messinese, arcipelago Eoliano). Mossi o molto mossi il basso Adriatico e lo Ionio, ancora temporaneamente sottovento alla circolazione.

Tra martedì 12 e mercoledì 13 la saccatura traslerà ulteriormente verso levante, portandosi dapprima all'estremo Sud, poi tra l'Adriatico e i Balcani. Forti raffiche di vento insisteranno sull'arco alpino centro-orientale nella prima parte della giornata di martedì, mentre Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia verranno raggiunte da una tesa ventilazione in progressiva rotazione tra Grecale e Tramontana. Venti e moto ondoso in rapido rinforzo sull'Adriatico, da molto mosso ad agitato, e sullo Ionio, da agitato a localmente molto agitato a largo ed in prossimità del Golfo della Sirte. Le condizioni meteo-marine volgeranno ad un progressivo miglioramento sul medio ed alto Tirreno e sui bacini di ponente, da molto mossi a mossi.

LA TENDENZA PER LA SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA - Il rinforzo dell'anticiclone sul Mediterraneo centro-occidentale si assocerà ad un generale miglioramento delle condizioni meteo-marine sui tutti i bacini di ponente, che a partire da giovedì diverranno da mossi a poco mossi. Sul bordo orientale del promontorio anticiclonico, tuttavia, un flusso di correnti fredde dai quadranti settentrionali seguiterà ad insistere all'estremo Sud e sull'area balcanica, alimentando ancora condizioni di spiccata variabilità atmosferica. La ventilazione, in lenta attenuazione ma ancora piuttosto vivace a largo, renderà mosso o molto mosso il medio e basso Adriatico e molto mosso o localmente agitato il mar Ionio.

Per ulteriori dettagli consulta le mappe dei VENTI.


Segui l'evoluzione del tempo dei prossimi giorni nella sezione METEO ITALIA


Cosa succede in Italia? Gli eventi meteorologici più rilevanti nella sezione CRONACA ITALIA


Cosa accade al di fuori dei confini italiani? Gli eventi meteorologici più rilevanti nella sezione CRONACA MONDO



Segui l'evoluzione meteorologica in tempo reale dai satelliti ad alta risoluzione presenti nella nostra sezione SATELLITI


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati