29 settembre 2018
ore 7:30
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
1 minuto, 26 secondi
 Per tutti

Dopo un weekend in prevalenza soleggiato, prende sempre più piede l'ipotesi di un inizio di ottobre all'insegna dell'instabilità su gran parte della nostra Penisola. Un fronte freddo, pilotato da una depressione in azione sui Paesi nordici, raggiungerà, infatti, le Alpi sul finir di domenica portando nubi e primi fenomeni sui settori di confine.

Nel corso della prossima settimana l'aria fredda al suo seguito dilagherà sul Mediterraneo centrale entrando dal Golfo del Leone, dando probabilmente vita a un'ostica circolazione depressionaria tra le nostre regioni nordoccidentali e l'alto Tirreno. Resta ancora incerta la sua destinazione finale: con molta probabilità raggiungerà dapprima la Sardegna per poi dirigersi verso Sud raggiungendo la Sicilia e i bacini italiani meridionali.

Ad oggi si prospetta per lunedì un peggioramento del tempo al Nord e su parte del Centro mentre da martedì in poi l'instabilità si concentrerà al Centro Sud lasciando invece spazio a un miglioramento al Nord. I fenomeni potrebbero localmente risultare a carattere di rovescio o temporale, a tratti anche di moderata o forte intensità. Il tutto accompagnato da una nuova intensificazione della ventilazione che tenderà a ruotare attorno al centro depressionario con raffiche localmente intense.

Oltre alle piogge fiocchi di neve potrebbero tornare ad interessare le Alpi centro orientali e la dorsale Appenninica settentrionale localmente sotto i 2000m, sin verso i 1600/1700m sull'Appennino emiliano, 1500m sulle Alpi orientali.

Trattandosi di un'evoluzione molto dinamica la situazione potrebbe subire variazioni nel corso dei prossimi giorni. Vi invitiamo pertanto a seguire i prossimi aggiornamenti.

Per le previsioni grafiche clicca qui

Per l'archivio dei nostri articoli clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati