26 aprile 2018
ore 8:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 45 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. L'alta pressione che da giorni protegge il Mediterraneo centrale e l'Italia, favorendo tempo stabile e temperature ben superiori alle medie, con valori diurni in molti casi quasi estivi, sta per subire un indebolimento ad opera di correnti più fresche ed instabili di origine atlantica. Questo si manifesterà sin da giovedì lungo il suo perimetro settentrionale, con le temperature che inizieranno a calare a partire dalle regioni settentrionali e in seguito anche altrove, anche se il clima si manterrà primaverile. Ma entriamo nel dettaglio:

Giovedì 26 il cedimento dell'alta pressione causato dal passaggio di un fronte di instabilità che porterà dei temporali soprattutto sulle zone alpine centro orientali, favorisce una diminuzione delle temperature al Nord di 2-3°, dove le massime non andranno oltre i 23/25°C. I valori diurni restano ancora abbastanza elevati al Centro, con punte di 22/25°C, mentre saranno in ulteriore lieve aumento al Sud (sui 23/26°C) dove il pennacchio di aria calda nord africana raggiungerà la sua massima espansione, anche se avrà le ore contate.

Venerdì 27 l'aria più fresca al seguito del passaggio del fronte di instabilità determina un ulteriore lieve calo termico al Nord, su parte del Centro e alcune zone del Sud. I Valori massimi non dovrebbero superare i 20/22° in Pianura Padana con Torino città più fresca (anche sotto i 20°C). Al Centro Roma sarà la città più mite con 25° mentre al Sud è atteso solo un lieve ridimensionamento con Foggia capoluogo più mite.

Weekend 28-29 Aprile: Una nuova saccatura atlantica si approfondisce sull'Europa occidentale. L'Italia resta ai margini della sua influenza risentendo di annuvolamenti sparsi e qualche fenomeno di instabilità, più concentrato a ovest, nelle ore diurne e sulle zone montuose. Le temperature tenderanno ad aumentare sulle regioni centro meridionali a causa dell'insorgenza di una ventilazione meridionale, mentre i valori più bassi si registreranno al Nordovest, dove si avranno le condizioni più instabili.

Per le temperature previste clicca qui

Per le previsioni grafiche clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati