20 gennaio 2019
ore 6:00
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 9 secondi
 Per tutti

Alcuni modelli matematici cominciano a intravedere una tendenza che più si allinea con quanto avevamo ipotizzato. I prossimi giorni saranno decisivi per avere un quadro più completo della situazione meteo che si va delineando per l'Italia. Dello stratwarming avevamo già parlato (qui un approfondimento) e avevamo anche dato in linea di massima quella che secondo noi avrebbe potuto essere l'evoluzione per la fine del mese di Gennaio sull'Europa confermando l'arrivo in successione di masse d'aria continentali dalla Russia. 

Ad oggi cominciano ad arrivare i primi input modellistici che avvalorerebbero l'ipotesi di un coinvolgimento parziale dell'Italia nella discesa di masse d'aria gelide continentali. Siamo ancora molto distanti dall'evento, parliamo di una tendenza a 160ore cioè a oltre 6 giorni. Le colate artiche non sono facili da prevedere con largo anticipo perché l'aria fredda a differenza di quella calda si sposta alle basse quote e può incontrare diversi ostacoli in grado di farla deviare in qualsiasi momento, parliamo soprattutto dei rilievi montuosi e dall'Italia alla Russia ce ne sono davvero tanti. Sarà GELO, Sarà NEVE, sarà BURIAN? Per adesso non possiamo esserne sicuri. Seguiranno aggiornamenti costanti che vi consigliamo di non perdere! Decisivo sarà l'inizio della prossima settimana, da lunedì a mercoledì molti dettagli su questa possibile evoluzione saranno svelati.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati