26 giugno 2019
ore 9:16
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti

Aria calda sahariana, periodo con massima radiazione solare, palazzi e asfalto: tutti ingredienti per una fiammata senza precedenti per questo mese di giugno che con ogni probabilità vedrà sfondare diversi record sulle regioni settentrionali. Ricordate il giugno del 2007 quando saltarono molti record di temperatura al Sud soprattutto in Puglia che vide la colonnina di mercurio salire fino a 47°C? Stavolta tocca al Nord e anche se non raggiungeremo quei valori estremi, i 40°C e forse anche i 42°C saranno raggiunti su diverse località.

Gran caldo di giorno e non solo, anche di notte le temperature saranno molto elevate grazie al calore accumulato durante il giorno. Il cemento è un pessimo conduttore quindi la sera avremo ancora valori prossimi o persino superiori ai 30°C  nelle grandi città del Nord come Torino o Milano e in alcune zone dell'Emilia Romagna come Bologna. Per di più in nottata l'umidità relativa tende ad aumentare quindi il disagio fisico aumenta. In questa mappa i valori stimati da 3bmeteo per le temperature minime a cavallo tra giovedì e venerdì che saranno i due giorni all'apice dell'ondata di caldo. Come si può vedere Torino, Milano, Bologna, Bolzano nella tarda serata di giovedì potrebbero mantenere valori di temperatura superiori ai 30°C e partire nella prima mattinata di venerdì con valori già prossimi ai 30°C. Le temperature più basse tutte al Sud ma nelle città di mare l'umidità sarà molto elevata e ci sarà tanta afa.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati