17 novembre 2019
ore 22:37
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 3 secondi
 Per tutti


Con il mese di Novembre la circolazione ha subito un drastico cambiamento. Il fronte polare si è abbassato di latitudine consentendo così uno smantellamento dell'anticiclone a cuore caldo presente sui settori meridionali europei e che ha dominato la prima parte dell'autunno.

Questo ha determinato l'inserimento di masse d'aria molto umida sia dall'Atlantico settentrionale che da quello tropicale. Tale situazione alimenta dunque le ondate di maltempo che in serie si ripresentano sul bacino del Mediterraneo. La cronaca riporta delle intense piogge e delle abbondanti nevicate sulle Alpi. Il maltempo si caratterizza poi per la sua estensione da nord a sud.

A scala globale la situazione che vive l'Europa si incastra in una forte attività delle onde di Rossby con un pattern a 5 onde. In genere queste situazioni sono associate a fenomeni intensi ed opposti in maniera simultanea sull'emisfero Nord e non di facile risoluzione dal momento che i centri di alta e bassa pressione si muovono piuttosto lentamente. Questo spiega il motivo ad esempio del perchè l'Europa meridionale vive questo periodo piovoso con la neve che cade sui monti dell'Algeria mentre in Russia le temperature sono di parecchi gradi sopra la media. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati