6 febbraio 2021
ore 23:30
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 25 secondi
 Per tutti
La neve rossa in Val Brembana del 2004
La neve rossa in Val Brembana del 2004

METEO, NEL WEEKEND POTREMMO ASSISTERE ALLA NEVE ROSSA SULLE ALPI - E' in arrivo una perturbazione atlantica la cui parte più attiva ci interesserà nella giornata di domenica. Il fronte sarà preceduto da un teso richiamo di correnti sciroccali, che sosterranno un massiccio afflusso di sabbia sahariana sull'Italia ma anche su diverse aree d'Europa. Potremo così assistere al fenomeno della neve rossa sulle Alpi.

NEVE ROSSA, ECCO DI COSA SI TRATTA - Evento piuttosto raro ma documentato in Italia, la 'neve rossa' può offrire uno spettacolo davvero suggestivo, colorando tutto l'ambiente appunto di tonalità rosa/rosso. In presenza di perturbazioni che richiamino correnti meridionali dal Nord Africa, la combinazione delle precipitazioni nevose con i forti venti di Scirocco, che trasportano sabbia sahariana di colore rossastro, unitamente all'effetto di diffusione della luce solare (ma anche artificiale), determinano il risultato che potete apprezzare nelle immagini in allegato. La prima foto in alto fa riferimento alla "neve rossa" del 21 Febbraio 2004, che interessò alcune aree del Nordovest, dovuta proprio alle precipitazioni nevose in concomitanza con un intenso richiamo di correnti sciroccali (che in poche ore si "mangiarono" il cuscino freddo che si era venuto a creare sulla Valpadana con l'irruzione fredda dei giorni precedenti). La neve rossa è dunque "sorella" della pioggia rossa, che in presenza di forte Scirocco rilascia come residuo la sabbia sahariana, in genere ben visibile nelle automobili. Di seguito un altro esempio di neve rossa, sempre per sabbia in sospensione alle medio-alte quote dell'atmosfera, qui di seguito il cielo rossastro sulle interne romagnole durante la nevicata del 1° marzo 2018:

La neve rossa del 1° marzo 2018 nel forlivese
La neve rossa del 1° marzo 2018 nel forlivese

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati