19 agosto 2019
ore 9:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 34 secondi
 Per tutti

ALTA PRESSIONE NORD AFRICANA IN RINFORZO. L'anticiclone delle Azzorre, garante delle ultime giornate stabili e in prevalenza soleggiate con clima caldo ma senza eccessi, sta per essere sostituito o coadiuvato da quello nord africano. I primi segnali sono già avvertibili sul finire della settimana, con aria calda che inizia a risalire dal Sahara verso il Centro-Sud Italia, ma sarà dall'inizio della prossima che la fiammata calda inizierà a concretizzarsi. A provocarla sarà una depressione in approfondimento sull'Europa nordoccidentale che spingerà aria fresca oceanica sull'Europa occidentale e contemporaneamente richiamerà correnti nordafricane verso il bacino centrale del Mediterraneo e l'Italia.

FIAMMATA AFRICANA, OBIETTIVO CENTRO-SUD ITALIA. Già da lunedì si toccheranno valori massimi fino a 32/34°C su Emilia-Romagna e zone interne della Sicilia, anche 34/36°C su centrali tirreniche e Tavoliere. Martedì le massime si spingeranno localmente sin verso i 35/37°C in Emilia-Romagna, interne tirreniche e Tavoliere. Mercoledì il caldo il caldo inizierà ad attenuarsi a partire da nord, ma resisterà al Sud e sulle regioni tirreniche, con punte di 34/36°C sulle centrali tirreniche ed Umbria, 36/38°C su Tavoliere e Materano. Nei giorni seguenti caldo in ulteriore ritirata per l'ingresso di correnti più fresche settentrionali, responsabili anche di qualche temporale in più al Centro-Nord.

Scopri la situazione in tempo reale attraverso le migliaia di stazioni meteorologiche sparse lungo l'Italia, con valori di temperatura, pioggia accumulata, vento, umidità e tanto altro

Per conoscere in tempo reale la situazione del traffico sulle nostre principali strade e autostrade consulta la sezione TRAFFICO

I cicloni tropicali stanno entrando nel vivo della stagione. Consulta la nostra sezione Uragani e Tifone, sempre più ricca di notizie, grafiche e previsioni

Per tutti i dettagli del tempo atteso nei prossimi giorni in Italia consulta la sezione meteo Italia

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati