18 settembre 2019
ore 6:40
di Davide Sironi
tempo di lettura
1 minuto, 33 secondi
 Per tutti

Settembre bussa alle porte - L'estate settembrina ha le ore contate sulla Lombardia. Mercoledì infatti, il dominio dell'anticiclone subtropicale verrà spezzato da un fronte freddo nord-atlantico diretto verso i Balcani ma in grado di interessare marginalmente anche le regioni del Nord Italia e la Lombardia. Dopo un avvio di giornata buono, le condizioni meteorologiche tenderanno a peggiorare nel corso pomeriggio per l'arrivo di infiltrazioni più fresche e umide da est che innescheranno dei rovesci e qualche temporale, a carattere sparso, in estensione dai settori orientali verso quelli occidentali. Ad essere interessate dai fenomeni saranno in particolare nel pomeriggio le aree di bassa pianura tra le province di Cremona e Mantova e la sera i settori montuosi prealpini e pedemontani tra le province di Varese, Como, Lecco e Bergamo. Pochi i fenomeni attesi sulla Valtellina, se non assenti sulla parte medio-alta della valle. In concomitanza dei fenomeni avremo un calo delle temperature grazie ai venti più freschi in ingresso da Est, anche vivaci in serata. 

Da giovedì clima più fresco e di nuovo asciutto - Nei giorni a seguire l'anticiclone tornerà a proteggere il Nord Italia riportando condizioni di tempo stabile e asciutto ma attenzione con nubi irregolari, anche estese, che insisteranno specie nottetempo e al mattino su Alpi, Prealpi e zone pianeggianti occidentali. L'ulteriore afflusso di correnti fresche dai Balcani determinerà un generale calo delle temperature, anche di 6-8°C rispetto ai valori degli ultimi giorni. 

Prossima settimana sotto il dominio dell'anticiclone -
l'anticiclone probabilmente stazionerà sulla regione ancora a lungo tenendo lontane le piovose perturbazioni atlantiche almeno fino ad ottobre ed anche le temperature tenderanno nuovamente ad aumentare seppur senza raggiungere i picchi di caldo toccati negli ultimi giorni. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati