25 luglio 2020
ore 23:34
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 51 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

SITUAZIONE. Il fronte freddo in allontanamento dall'Italia verso i Balcani verrà sospinto da correnti di Maestrale che soffieranno piuttosto energicamente fino alla fine della settimana su molti dei bacini centro-meridionali, rendendoli mossi o molto mossi con strascichi fino ad inizio della prossima settimana. Contemporaneamente però il progressivo rinforzo dell'alta pressione favorirà una certa attenuazione delle correnti sul finire della settimana, anche sui nostri mari nordoccidentali subentreranno locali rinforzi tra Scirocco e Libeccio. Vediamo nel dettaglio:

MARI E VENTI SABATO. L'Adriatico centro-meridionali, il medio-basso Tirreno e i bacini intorno alle isole maggiori saranno ancora spazzati da tesi venti di Maestrale con raffiche anche fino a 50-60km/h al largo che renderanno i mari molto mossi. Entro sera dal Canale d'Otranto si disporrà una ventilazione tesa settentrionale che si propagherà fino allo Ionio settentrionale, con raffiche fino a 40-60km/h. Poco da segnalare sui restanti mari, generalmente poco mossi e con una ventilazione più debole.

Mari e venti sabato
Mari e venti sabato

MARI E VENTI DOMENICA. Le ultime raffiche tra Maestrale e Tramontana resisteranno tra il basso Adriatico e lo Ionio, fino a 40-60km/h e a tratti superiori sul Canale d'Otranto, pertanto ancora molto mossi. Venti in attenuazione altrove e moto ondoso in diminuzione. Ma tra il Mar Ligure e il Mar di Corsica si assisterà ad un temporaneo rinforzo dei venti tra sudovest e sudest, fino a 40-50km/h al largo, con conseguente aumento del moto ondoso.

Mari e venti domenica
Mari e venti domenica

TENDENZA PROSSIMA SETTIMANA. Con l'inizio della nuova settimana anche queste raffiche andranno attenuandosi, ma fino a buona parte di martedì la Tramontana continuerà a soffiare piuttosto tesa tra il basso Adriatico e lo Ionio, mentre altrove il rinforzo dell'alta pressione favorirà ventilazione debole e mari poco mossi.

TEMPERATURA DELL'ACQUA. Superficie del mare caratterizzata da valori termici del tutto estivi che spaziano dai 23°C dell'alto Adriatico ai quasi 27°C del basso Tirreno e dello Ionio meridionale. Valori destinati a salire lievemente con l'inizio della nuova settimana, soprattutto sui mari del centro-Sud, per la risalita di correnti calde dal Nord Africa.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati