30 settembre 2019
ore 12:06
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 2 secondi
 Per tutti

PIOGGE MONSONICHE E ALLUVIONALI IN INDIA, NUMEROSE VITTIME - Da ormai una decina di giorni diverse aree dell'India, soprattutto nord-orientale, sono colpite dalle piogge monsoniche. Numerosi allagamenti lampo, esondazioni ed alluvioni in particolare negli Stati dell'Uttar Pradesh e del Bihar, i più duramente colpiti e dove la barriera dell'Himalaya esalta notevolmente l'effetto stau indotto dalle correnti ( con piogge quindi particolarmente abbondanti e persistenti ). Stiamo parlando delle zone a confine con il Nepal. 

Solamente nella giornata del 29 settembre ci sono stati 42 morti quasi tutte tra il Bihar e l'Uttar Pradesh, con un bilancio complessivo che supera le 100 vittime. La causa principale di morte è per annegamento o trascinamento delle acque, ma ci sono effetti collaterali altrettanto pericolosi: almeno 5 vittime accertate sono state morse da serpenti nelle aree allagate. 

STAGIONE MONSONI INSOLITAMENTE LUNGA - Purtroppo non ci sono buone notizie: le piogge monsoniche dovrebbero continuare a colpire fino a metà ottobre, soprattutto il comparto meridionale ed orientale dell'India. Un fatto peculiare, dal momento che solitamente la stagione dei monsoni termina con i primi di settembre. Qualora le previsioni venissero rispettate, il 2019 potrebbe risultare l'anno più piovoso degli ultimi 100 anni per l'India. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati