10 dicembre 2022
ore 23:45
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 4 secondi
 Per tutti

L'arrivo della prima neve a bassa quota al Nord costituisce senz'altro un ottimo inizio per una stagione invernale che aveva avuto l'eredità di un autunno caldissimo. Insomma, anche se i modelli ci avevano dato degli ottimi indizi, nessuno si aspettava che già all'inizio di dicembre l'inverno avrebbe potuto mostrare il suo volto più freddo. Ma c'è di più, quello che sta accadendo in queste ore non sarà un episodio isolato, intorno a metà della prossima settimana ci sarà un nuovo vortice in avvicinamento che potrà determinare altre nevicate fino in pianura, sempre al Nord grazie al cuscino di aria fredda ereditato dalla discesa di correnti artiche continentali nel corso del weekend. Dunque per capire come potrà essere la settimana di Natale partiremo proprio da questo. L'ipotesi che avevamo avanzato nei giorni scorsi resta nella sostanza corretta, la discesa di correnti artiche continentali verso il settore centro occidentale europeo continuerà ad alimentare vortici ciclonici che con perno sul vicino Atlantico tenderanno poi ad avvicinarsi. 

Se il primo in questione quello atteso tra il 15 e il 18 dicembre potrà portare nevicate fino a quote molto basse, anche in pianura al Nord, il secondo potrebbe avere caratteristiche analoghe ma per lo più destinate alle sole regioni settentrionali dove verosimilmente il cuscino di aria fredda potrebbe continuare a reggere. Non è detto che nevichi in pianura ma la neve sarebbe garantita su colline, Prealpi e Alpi in genere. Ma ecco la sorpresa, se al Nord le condizioni meteo potrebbero continuare a essere di stampo invernale, il richiamo di correnti meridionali e una certa zonalità potrebbero tagliare fuori dal freddo e dalla neve tutto o quasi il Centro-Sud. Addirittura il richiamo del fronte di aria calda sub tropicale potrebbe non solo determinare clima mite ma anche asciutto su buona parte delle regioni meridionali. Questo significherebbe una settimana di Natale con pioggia, freddo e soprattutto neve fino a quote basse al Nord, pioggia e clima mite al Centro, sole prevalente, poche piogge e clima molto mite al Sud. Al momento non possiamo ancora esprimerci sul giorno della Vigilia e del 25 dicembre perché non abbiamo ancora sufficienti indizi ma non pensiamo che possano essere troppo diversi dall'andamento medio della settimana. Nei prossimi giorni avremo ulteriori informazioni da condividere con voi, seguiteci sempre.


Seguici su Google News


Articoli correlati