18 maggio 2022
ore 2:55
di Federico Buscemi
tempo di lettura
1 minuto, 8 secondi
 Per tutti

L'anticiclone africano è il protagonista di questi giorni di metà maggio. I cieli risultano infatti sereni o poco nuvolosi e le temperature in lento ma costante aumento. A causa di deboli infiltrazioni di aria più fresca in quota, non mancano i consueti rovesci e temporali sparsi pomeridiani sulle Alpi, che comunque non permettono di risolvere la situazione di grave siccità che colpisce la regione ormai da mesi. Una momentanea flessione delle temperature si avrà nella giornata di giovedì, quando venti un po' più freschi da Est, accompagnati da qualche nube e pioggia in più, permetteranno alla colonnina di mercurio di scendere di un paio di gradi. 

Sarà soltanto un breve episodio, poiché da venerdì è atteso un nuovo e deciso aumento delle temperature, che entro domenica raggiungeranno picchi di 34-35°C, se non addirittura localmente superiori sulle pianure orientali. Il caldo si avvertirà anche in montagna, dove comunque non è escluso qualche breve acquazzone nelle giornate di sabato e domenica. L'anomala ondata di caldo, sia in termini di intensità che di durata, insisterà fino all'inizio della prossima settimana, quando è possibile l'interruzione di tale fase anticiclonica, con qualche pioggia o temporale in più, accompagnato da un quantomeno parziale smorzamento della canicola. L'evoluzione è comunque da confermare nei prossimi giorni.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati