10 ottobre 2018
ore 18:20
di Andrea Colombo
tempo di lettura
1 minuto, 28 secondi
 Per tutti

Una fase di maltempo è attesa nelle prossime 24 ore sul Piemonte, in seguito al transito di un fronte perturbato ora sulla Francia meridionale. Le piogge stanno ora coinvolgendo solamente le aree alpine, e da questa sera/prima notte andranno ad interessare tutto il territorio piemontese.

Le ultime emissioni modellistiche sono ormai concordi nell'indicare l'arrivo di precipitazioni diffuse sul territorio piemontese. L'entità varierà anche in modo considerevole a seconda delle zone: le pianure orientali (soprattutto novarese e vercellese) riceveranno precipitazioni per lo più deboli-moderate. Sarà infatti a ridosso dei rilievi alpini che l'azione di STAU sarà determinante nel favorire piogge anche di moderata-forte intensità. 



Stiamo tenendo un occhio di riguardo in particolare alle ALTE LANGHE. Si tratta di aree che potrebbero 'risentire' degli intensi sistemi temporaleschi attesi sul savonese; di conseguenza anche sul versante piemontese sono da mettere in conto piogge a tratti forti o molto forti, con elevati accumuli pluviometrici in poche ore. Sempre in riferimento a questa zona, non si escludono picchi prossimi ai 150-200mm. Lungo tutta la fascia montuosa e aree adiacenti generalmente ci attendiamo cumulate totali intorno ai 90-150mm. 
Precisiamo che si tratta di un peggioramento assolutamente classico della stagione autunnale. Non abbiamo preventivato criticità su gran parte del territorio piemontese. L'unica eccezione è rappresenta - appunto - dalle alte langhe, sulle quali durante la mattinata di giovedì avremo modo di seguire l'evoluzione. 

Dopo la fase più 'acuta' prevista tra la notte il mattino di giovedì, a partire dal pomeriggio fenomeni in graduale esaurimento a partire da ovest. Dalla serata precipitazioni ormai assenti quasi ovunque, ma cieli che rimarranno molto nuvolosi o coperti. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati