27 aprile 2021
ore 17:44
di Andrea Bonina
tempo di lettura
1 minuto, 45 secondi
 Per tutti
Temperature in deciso aumento in Sicilia a ridosso del weekend del Primo maggio
Temperature in deciso aumento in Sicilia a ridosso del weekend del Primo maggio

Primo anticipo d'estate in arrivo sulla Sicilia. Mentre il Centro-Nord sarà interessato a più riprese da piogge e rovesci temporaleschi in un contesto quasi autunnale per effetto delle perturbazioni atlantiche, nella seconda parte della settimana l'isola beneficerà di condizioni di tempo stabile e asciutto sotto l'egida del promontorio subtropicale. I cieli tuttavia, verranno a tratti offuscati dal passaggio di nubi alte e da ingenti concentrazioni di polveri sahariane in sospensione.

OLTRE 30°C NEL FINE SETTIMANA - La massa d'aria calda in arrivo dal Nord Africa favorirà un deciso aumento delle temperature, che nel weekend dell'1 e 2 maggio raggiungeranno valori pressoché estivi. Le punte più elevate sono attese nel corso di sabato nelle aree interne non mitigate dalle brezze e nei settori soggetti all'azione dei "venti di caduta". Sotto la spinta dei venti di Libeccio, Ostro e Scirocco, che tenderanno a divenire ancor più caldi, secchi e impetuosi dopo aver interagito con l'orografia di Madonie, Nebrodi e Monti di Palermo, la notte tra il 30 aprile e il primo maggio si preannuncia estremamente mite lungo il versante tirrenico: tra le province di Palermo e Messina le minime si attesteranno diffusamente al di sopra dei 24/26°C

La Festa dei lavoratori proseguirà con ogni probabilità all'insegna di temperature massime fino a 30/33°C non solo lungo le coste tirreniche, ma anche nelle vallate del Nisseno, nella Piana di Catania e nelle aree interne comprese tra le province di Ragusa e Siracusa. L'apice dell'avvezione calda si accompagnerà, come preannunciato, a cieli a tratti grigi e lattiginosi: proprio tra l'1 e il 2 maggio, l'estesa nuvolosità stratiforme in risalita dal Canale di Sicilia potrà a tratti dar luogo a qualche breve e isolato piovasco intriso di pulviscolo desertico

Un quadro meteorologico che appare destinato a mutare tra il 3 e il 4 maggio, quando le più fresche e umide correnti nordatlantiche determineranno un rapido arretramento dell'anticiclone africano, dando il via ad un sensibile calo delle temperature.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati