12 maggio 2020
ore 7:00
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 44 secondi
 Per tutti

Se in questi giorni avete sentito i primi tepori della stagione calda, aspettate metà settimana e sentirete i primi bollori di quella estiva! L'ondata di caldo che va profilandosi già dal giorno 13 ma con punte tra il 14 ed il 15 maggio sulla Sicilia potrebbe battere i record del passato. Le condizioni saranno infatti favorevoli per il superamento dei 35-36°C e con il contributo delle correnti di scirocco anche dei 37-38°C soprattutto sul versante tirrenico che con la ventilazione meridionale va in riscaldamento adiabatico. In particolare sul palermitano, particolarmente esposto al riscaldamento favonico a causa delle retrostanti montagne non sono escluse anche punte di 40°C. I nostri modelli di riferimento mostrano infatti isoterme in quota a 1500m fino a 26-28°C un po su tutta l'Isola per il giorno 14 che dovrebbe essere la giornata più calda ma temperature molto elevate saranno registrate anche il 15 soprattutto a est. Come dicevamo, punte di 38-40°C saranno possibili sul palermitano, anche 36° nell'entroterra messinese tirrenico, fino a 35°C nelle zone interne tra Ennese e Ragusano, molto calda anche la piana di Catania con punte fino a 36-38°C. I litorali orientali e meridionali saranno in generale meno caldi perché esposti direttamente alla tesa ventilazione di scirocco, qui le massime potranno essere diversi gradi più basse rispetto ai litorali tirrenici. Per tutti i dettagli consultare come sempre la nostra sezione regionale del meteo sicilia

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati