16 settembre 2019
ore 11:38
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 54 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO LUNEDÌ. Si sta finalmente esaurendo la pesante ondata di maltempo che ha colpito il sud della Spagna fio a domenica. La goccia fredda, i gergo locale chiamata la 'Gota Fria', sta perdendo energia per il rinforzo dell'alta pressione sulla Penisola Iberica ed è soltanto i grado di dar luogo a qualche ultimo rovescio sulle zone interne del Paese, in particolare su quelle centro-settentrionali. E' ora di fare la conta dei danni, per questa fase di inteso maltempo che è cominciata sulle aree meridionali, affacciate al Mediterraneo, e che si è successivamente spostata verso nord attraversando la Capitale.

Proprio a Madrid la domenica è stata una giornata di panico, con le strade della città trasformatesi i torrenti carichi di acqua e fango che hanno trascinato bidoni dell'immondizia e addirittura automobili verso valle. Diverse le inondazioni, tra cui quella che ha coinvolto il tunnel della ferrovia alta velocità a Font de la Figuera, nella Comunità Valenciana. Sono sei in tutto le vittime causate dall'alluvione che ha colpito la Spagna e che in poche ore ha scaricato la pioggia che cadrebbe in un anno intero.

AGGIORNAMENTO DOMENICA. Spagna ancora sotto scacco del maltempo anche se i temporali si sono finalmente spostati dalla zona costiera meridionale per portarsi verso le aree interne. Attualmente un intenso fronte temporalesco dopo aver interessato la regione di Madrid si sta muovendo verso Nord, verso l'Aragona ma i fenomeni si stanno attenuando perché non c'è più il contributo caldo umido del Mare. 

Il ciclone afro mediterraneo ha lasciato una pesante eredità tra l'Andalusia, la Murcia e la comunità Valenciana. Alluvioni lampo hanno colpito soprattutto la zona di Alicante dove la situazione è ancora di piena emergenza, tutte le campagne risultano allagate, nella zona di Dolores sono stati necessari gli elicotteri della Guardia Civil per trarre in salvo numerose persone salite ai piani alti delle abitazioni. a Vega Baja c'è un vero e proprio lago al posto del centro abitato.

Ci vorranno settimane perchè si possa ritornare alla normalità, in soli due giorni è caduta più della metà della pioggia che cade normalmente in un interno anno!!!

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati