9 dicembre 2022
ore 23:55
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 46 secondi
 Per tutti

La neve che è caduta al Nord, abbondante e fino  bassa quota è il segnale più evidente che l'aria fredda inizia a entrare sull'Italia. Al momento ne sono interessate solo le regioni settentrionali ma nel corso del weekend le temperature scenderanno anche al Centro e su buona parte del Sud. Proprio al Nord a causa dei cieli che andranno rasserenando sono attesi i valori più bassi con le minime che lunedì mattina su alcune zone della Valpadana, soprattutto al Nordovest potranno raggiungere persino i -6/-7°C portandosi abbondantemente sotto media. Questi valori saranno il motivo per cui a metà settimana si potranno avere nevicate fino in pianura e qualcosa si simile potrebbe ripresentarsi nella settimana di Natale. Ma vediamo intanto cosa dovremo aspettarci sino a lunedì:

TEMPERATURE SABATO: calo termico contenuto al Centro con valori che rientrano in media, torna in media anche la Campania assieme alla Sardegna. Massime ancora sopra media sul resto del Sud.

TEMPERATURE DOMENICA: gelate al mattino su gran parte del Nord con valori fino a -3/-4°C sulla pianura piemontese. Massime in ulteriore lieve calo ovunque con valori che si riportano in media anche al Sud.

TEMPERATURE LUNEDÌ: forti gelate al Nord, specie sulla pianura piemontese, la bassa pianura lombarda e quella emiliana con valori fino a -7°C. Gelo intenso in montagna con valori fino a -15°C nelle valli alpine già intorno ai 1000m, fino a -20°C a 1800/2000m, Livigno potrebbe toccare i -27°C. Freddo e locali gelate in pianura o nei fondi valle anche al Centro ma non diffuse e non intense. Massime sotto media al Nord e parte del Centro, in media al Sud.

GIORNI SUCCESSIVI: le minime restano molto basse al Nord e caleranno ulteriormente al Centro e su parte del Sud fino a martedì, da metà settimana minime in aumento, anche sensibile al Centro ed al Sud. Massime invece in calo al Nord tra mercoledì e giovedì


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati