22 settembre 2019
ore 10:50
di Francesco Del Francia
tempo di lettura
1 minuto, 53 secondi
 Per tutti



SITUAZIONE SINOTTICA Una strutturata perturbazione atlantica giungerà nel corso di domenica sulle regioni centrali tirreniche provocando maltempo diffuso (anche se con step temporali diversi da zona a zona), localmente anche con forti nubifragi. Essa determinerà varie linee di instabilità al suolo che saranno alla base della genesi di imponenti sistemi temporaleschi marittimi; il transito del vero e proprio fronte è previsto solo dalla seconda parte della giornata. Il mar Tirreno, in questo periodo dell'anno, dispone di un elevato potenziale energetico spendibile (notevoli gradienti termo-igrometrici), in seno anche alla sua temperatura superficiale, attualmente prevista di alcuni gradi sopra la media. Addentriamoci comunque in un'analisi più approfondita.




LE AREE DELLA TOSCANA PIU' COINVOLTE Con questo tipo di correnti ci aspettiamo forti temporali e nubifragi (specie dal pomeriggio) su Lunigiana, Apuane, Garfagnana e Versilia. Qualche ora più tardi (nel corso del tardo pomeriggio-sera) potrebbe attivarsi una linea temporalesca di origine marittima su basso pisano e livornese con coinvolgimento del Valdarno inferiore e probabilmente dell'Appennino pistoiese. Nel corso della serata un'ulteriore sistema temporalesco, probabilmente di forte entità, si creerà tra l'Elba e il Golfo di Follonica tenderà poi a piegare verso ESE battendo sulle zone interne poste tra Est grossetano, basso senese, basso aretino e Amiata; in ultima istanza scivolerà tutto dall'Argentario verso la Tuscia viterbese.  Segnaliamo inoltre, al primo mattino, la formazione di un temporale marittimo sul Tirreno che potrebbe interessare l'area della Maremma. Queste, sulla carta, le aree maggiormente soggette a potenziali nubifragi, notevole attività elettrica e violente raffiche discendenti dalla base dei cumulonembi (downburst). Come ventilazione prevalente, spirerà uno Scirocco tra moderato e forte sulle zone sud-occidentali della regione, tra forte e molto forte su mari e Arcipelago. Mari molto mossi o agitati, specie a Sud dell'Elba. 

Qui la previsione per la città di Firenze, in continuo aggiornamento.

Raccomandiamo di restare aggiornati con le nostre previsioni che saranno costantemente affinate dal meteorologo, con gli Enti di Protezione Civile regionale e locale e altrettanto caldamente raccomandiamo di adoperare tutte le idonee norme comportamentali di autoprotezione alla guida e all'aperto; un utile ripasso cliccando qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati