7 dicembre 2019
ore 14:22
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 18 secondi
 Per tutti

Tra cicloni e tempeste tropicali l'attività atmosferica in atto sull'Oceano Indiano resta molto dinamica, probabilmente tra le più dinamiche degli ultimi 20 anni a causa delle alte temperature superficiali che si stanno registrando in questo periodo. Sono almeno tre le situazioni da monitorare:

Dopo l'exploit della giornata del 6 dicembre il Ciclone Ambali rientra nei ranghi e passa a categoria 1 con venti fino a 120km/h. Attualmente Ambali si trova ancora in aperto oceano e non rappresenta ne rappresenterà una minaccia per zone abitate perché smaltirà la sua energia in mare entro la metà della prossima settimana. 

Più interessante invece la situazione riguardo Belna, Belna è un potente ciclone di categoria 2 (foto in alto) con venti che ruotano attorno al minimo fino a 150km/h, si trova attualmente a nord del Madagascar nei pressi dell'arcipelago delle Isole Glorioso dove tuttavia non vengono segnalate particolari criticità. Nel corso delle prossime 24-48 ore Belna scivolerà in direzione sudovest lambendo le coste nord orientali della grande isola africana e potrebbe rappresentare un pericolo per le zone abitate tra Lunedì e mercoledì stante un suo possibile landfall sulla terraferma. 

L'ultima situazione e forse la più pericolosa è Pawan, Pawan è una tempesta tropicale che ha impattato  nella mattinata di sabato sulla Somalia centrale portando piogge intense su una situazione già drammatica stante le recenti e intense precipitazioni cadute sulla regione intorno alla metà di novembre, responsabili della peggiore alluvione sul Paese della storia recente.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati